Il Giubileo della Misericordia e le persone con disabilità

In occasione del Giubileo Straordinario della Misericordia, aperto l’8 dicembre scorso e che si concluderà il 20 novembre di quest’anno, la Sottosezione romana dell’UNITALSI ha incrementato, sia per quantità che per qualità delle opportunità offerte, il proprio servizio di numero verde, attivo già da anni, attraverso il quale riceve, smista e soddisfa le varie richieste provenienti dalle persone con disabilità di Roma o che arrivano nella Capitale

Donna con disabilità in pellegrinaggio con l'UNITALSIGià da diversi anni la Sottosezione di Roma dell’UNITALSI – organizzazione aderente alla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) – utilizza un numero verde attraverso il quale riceve, smista e soddisfa le varie richieste provenienti dalle persone con disabilità di Roma o che arrivano nella Capitale.
Ora, in occasione del Giubileo Straordinario della Misericordia, aperto l’8 dicembre scorso e che si concluderà il 20 novembre di quest’anno, tale servizio – attivo in precedenza dal lunedì al venerdì (ore 9-18) – è stato incrementato e reso disponibile anche il sabato e la domenica, prolungando inoltre l’orario di apertura nei giorni feriali fino alle 20.
In tal senso, il numero verde specifico per il Giubileo è l’800 062026, che consente di parlare direttamente con un volontario, ma le varie richieste e informazioni possono essere inoltrate anche tramite un indirizzo dedicato di posta elettronica (giubileo@unitalsi.it).

Ma quali sono esattamente le opportunità offerte da questo servizio? Le elenchiamo qui di seguito, riprendendole dallo specifico Vademecum predisposto dall’UNITALSI:
° richiedere i biglietti presso la Prefettura della Casa Pontificia, per i vari eventi giubilari (messa; udienza generale e/o giubilare; momenti di preghiera e momenti ludici);
° ritirare i biglietti prenotati presso gli uffici competenti indicati dal Vaticano;
° prenotare carrozzine per persone deambulanti che comunque non possano stare molto tempo in piedi o fare code durante le celebrazioni;
° prenotare trasporti con pulmini attrezzati per persone con disabilità, dall’alloggio al luogo dell’evento e viceversa;
° richiedere trasferimenti dai luoghi di arrivo (aeroporti /stazioni) ad alloggi e/o viceversa;
° registrare il pellegrinaggio alla Porta Santa di San Pietro;
° richiedere l’utilizzo del punto di accoglienza “Auditorium della Conciliazione” (Via della Conciliazione, 4), dove per sette giorni su sette sono presenti dei volontari dalle 9 alle 18, con bagni attrezzati, punto ristoro e sportello informativo;
° fare richiesta di usufruire dei servizi messi a disposizione dal gazebo UNITALSI presente in Piazza Sant’Uffizio durante tutte le celebrazioni papali ordinarie e straordinarie;
° fare richiesta per un supporto presso i varchi di accesso dedicati alle persone con disabilità;
° richiedere informazioni su alberghi con camere attrezzate per persone con disabilità;
° fare richiesta di accompagnatori per persone con disabilità sprovviste del proprio;
° inoltrare le richieste al Comune di Roma dei permessi per i pullman di discesa e risalita dei passeggeri con disabilità e non, nelle vicinanze dei luoghi degli eventi.

Maggiori specifiche, infine (dati anagrafici di un referente; numero dei partecipanti e di quelli con disabilità che usufruiscano o meno di una carrozzina propria; giorno e orario in cui si desidera effettuare il pellegrinaggio; eventuali necessità di accompagnatori/assistenze), vengono richieste dall’Ufficio Vaticano del Giubileo, in riferimento alla partecipazione dei gruppi. (S.B.)

Per ogni altra informazione o approfondimento, ribadiamo che il Numero Verde per il Giubileo specificamente approntato dall’UNITALSI è 800 062026 (indirizzo di posta elettronica: giubileo@unitalsi.it).

Stampa questo articolo