“Borse di sport”, per arrivare a Rio de Janeiro

Tutti possono contribuire fino al 30 aprile a sostenere le spese necessarie ad alcuni atleti veneti, per prepararsi alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro del prossimo mese di settembre: è questo il senso di una bella iniziativa lanciata con una specifica pagina Facebook dalla Società Ascotrade, in collaborazione con il CONI e il CIP (Comitato Italiano Paralimpico) del Veneto

Beatrice "Bebe" Vio

“Bebe” Vio, la forte schermitrice in carrozzina veneta, l’unica al mondo a tirare di scherma senza tutti e quattro gli arti, è la testimonial del concorso “Mi piace di cuore – Rio anch’io”

Accedere a Facebook e contribuire a sostenere una “borsa di sport”, per consentire ad alcuni atleti di partecipare alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro, in programma dal 7 al 18 settembre prossimi: è questo il senso di Mi piace di cuore – Rio anch’io, bella iniziativa promossa nel Veneto da Ascotrade, società per la fornitura di gas naturale ed energia elettrica del Gruppo Ascopiave, in collaborazione con il CONI e il CIP (Comitato Italiano Paralimpico) Regionali.
«Il sogno olimpico – spiegano i promotori – accomuna tutti gli atleti, ma per i paralimpici è un sogno con tante difficoltà, sia fisiche che economiche, con più spese da affrontare e una cronica carenza di fondi. Il concorso Mi piace di cuore – Rio anch’io serve proprio ad aiutarli nelle spese da sostenere per la preparazione a Rio (allenamenti, nuove attrezzature, affitto spazi ecc)».
Il CIP Veneto, dunque, ha selezionato tredici atleti delle discipline più diverse e accedendo alla pagina Facebook dedicata, se ne possono trovare le schede e mettere il Like sulle preferite. I quattro più votati dal pubblico (lo si potrà fare fino al 30 aprile) e dalla giuria tecnica (formata dalla nota schermitrice in carrozzina Beatrice “Bebe” Vio, insieme a un rappresentante del CIP e a un giornalista sportivo), riceveranno ciascuno una “borsa di sport” del valore di 5.000 euro, da utilizzare appunto per le spese necessarie alla preparazione alle Paralimpiadi. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Nelly Marsura (nelly_marsura@ideeuropee.com).

Stampa questo articolo