Distretti Sociali del Lazio: la strada ha preso il verso giusto

Migliora decisamente la “situazione critica” dei Distretti Sociali del Lazio e sembra svanire il rischio di chiusura di numerosi servizi, ciò che era stato denunciato nelle scorse settimane dall’ANFFAS e in particolare nell’àmbito dei Comuni della Valle dell’Aniene. Buoni segnali, infatti, sono arrivati da un incontro di vari Sindaci con l’assessore regionale Visini, sia per l’immediato futuro che in vista di una programmazione a più lungo termine di quegli stessi servizi

ANFFAS Subiaco (Roma), uscita didattica

Foto di gruppo per un’uscita didattica dell’ANFFAS di Subiaco (Roma)

«La situazione dei Distretti Sociali del Lazio è critica, in seguito a una serie di tagli o di mancati finanziamenti da parte della Regione»: era stato questo, come avevamo riferito nel nostro giornale, il messaggio lanciato dall’ANFFAS Nazionale (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale), che aveva raccolto in tal senso l’allarme della propria Sezione di Subiaco, nella Città Metropolitana di Roma e all’interno del Distretto Sociosanitario G4 dell’ASL Roma G, comprendente ventuno Comuni della Valle dell’Aniene, con Olevano Romano come capofila.
Un successivo incontro, però, tra Rita Visini, assessore regionale alle Politiche Sociali, allo Sport e alla Sicurezza della Regione Lazio, con i Sindaci del Distretto coinvolto, guidati da quello di Olevano Romano Marco Mampieri, ha portato ad alcuni positivi risultati, come viene segnalato dall’ANFFAS di Subiaco, che in caso contrario si era già dichiarata pronta a dure manifestazioni di proteste, sostenute dalla stessa ANFFAS Nazionale.

Tre, in sostanza, le questioni fondamentali discusse, come si legge in una nota prodotta dalla Segreteria del Sindaco di Olevano Romano: «Il primo punto ha riguardato il contributo straordinario per i Piccoli Comuni [Fondo Piccoli Comuni”, previsto dalla Legge Regionale 6/04, N.d.R.], che l’Assessore Regionale ha reperito, scongiurando il rischio di chiusura dei servizi per l’annualità in corso e che verrà deliberato nella prima Giunta Regionale utile. Il secondo punto ha riguardato la tempistica dei pagamenti pregressi, relativa all’annualità 2014, che verranno liquidati nelle prossime settimane. Si è discusso infine della programmazione futura che vedrà coinvolti direttamente i Distretti nella stesura del Piano Sociale Regionale, con l’impegno dell’Assessore Visini a partecipare ad incontri tematici sui territori per il rilevamento dei bisogni sociali diffusi».
«Sono soddisfatto per la soluzione raggiunta rispetto al 2015 – ha dichiarato il sindaco Mampieri – e per le rassicurazioni sulla continuità dei servizi anche per il futuro, oltreché per l’atteggiamento di disponibilità dell’Assessore Regionale, nell’ottica di una gestione partecipata delle problematiche».
Per il momento, quindi, la situazione sembra aver preso «il verso giusto», come sottolineato dalla stessa ANFFAS di Subiaco. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: segreteria@anffas-subiaco.it.

Stampa questo articolo