“Progetto Creatività” perché le persone non sono solo pazienti

Verrà presentato il 26 febbraio il nuovo “Progetto Creatività” del Montecatone Rehabilitation Institute – il noto centro di Imola (Bologna), specializzato nella cura e nella riabilitazione delle lesioni midollari e delle gravi cerebrolesioni – sostenuto dal Rotary Club e rivolto in particolare ad attività di pittura, oggettistica e musica. «Perché è fondamentale – spiegano da Montecatone – integrare il lungo percorso riabilitativo con momenti che possano incentivare le persone a ricordarsi che non sono solo “pazienti”»

Vittorio Menditto

Vittorio Menditto – qui all’opera – è un giovane con tetraplegia, che ha scoperto la pittura proprio durante il suo lungo ricovero al Montecatone Rehabilitation Institute di Imola (Bologna)

«A Montecatone è fondamentale integrare il lungo percorso riabilitativo con momenti che possano incentivare le persone a ricordarsi che non sono solo “pazienti”. A questo scopo promuoviamo convenzioni che possano proporre regolarmente attività di laboratorio creativo».
Viene presentato così, dal Montecatone Rehabilitation Institute – il noto centro di eccellenza di Imola (Bologna), specializzato nella cura e nella riabilitazione delle lesioni midollari e delle gravi cerebrolesioni – il nuovo Progetto Creatività, sostenuto dal Rotary e volto, in particolare, a sostenere le attività di pittura, oggettistica e musica, sviluppate in collaborazione con le associazioni di persone con lesione midollare AUS Montecatone e APRE di Vignola (Modena) (APRE sta per Associazione Paraplegici Emilia Romagna).

Se nel parlerà approfonditamente durante una conferenza stampa promossa per venerdì 26 febbraio presso la Sala Stampa dell’Ospedale Montecatone (Via Montecatone, 37, Imola, ore 11), cui parteciperanno Augusto Cavina, presidente e amministratore delegato del Montecatone Rehabilitation Institute; Roberto Pederzini, direttore sanitario dello stesso; Paolo Pasini, governatore del Distretto 2072 del Rotary Club Emilia Romagna e San Marino; Gianpaolo Perfetti, assistente del governatore per i Rotary Club della Romagna Nord (Imola, Lugo, Faenza, Ravenna, Ravenna Galla Placidia); Gianni Rossi, Giuseppe Francesco Stefanini, Paolo Contarini, Franco Albertini e Dante Bolognesi, presidenti dei Rotary Club rispettivamente di Imola, Faenza, Lugo, Ravenna e Ravenna Galla Placidia; Costanza Farabegoli, presidente della Commissione Progetto Rotary Club di Imola; Marco Gasparri, presidente della Fondazione Montecatone; Mauro Venturelli, presidente del Comitato Consultivo Misto di Montecatone; Loredana Teofilo, presidente dell’AUS (Associazione Unità Spinale) Montecatone; Roberta Vannini e Massimo Renzi, coordinatrice della Terapia Occupazionale la prima, educatore professionale il secondo, sempre presso il Montecatone Rehabilitation Institute. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Comunicazione Esterna Montecatone Rehabilitation Institute (Vito Colamarino), vito.colamarino@montecatone.com.

Stampa questo articolo