- Superando.it - http://www.superando.it -

Il glaucoma, che una persona su due non sa di avere

Manifesto della Settimana Mondiale del Glaucoma, 6-12 marzo 2016«Spesso si possono scongiurare gli effetti nefasti del glaucoma – spiega Alberto Sabatini dell’UICI di Reggio Emilia (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) -, una malattia oculare che, se non diagnosticata e trattata per tempo, può causare il restringimento del campo visivo sino all’ipovisione e alla cecità, generalmente a causa di una pressione oculare troppo alta. Il glaucoma colpisce circa un milione di cittadini in Italia, ma una persona su due non lo sa. A livello globale si prevede che, entro il 2020, circa 80 milioni di persone saranno affette da glaucoma, che attualmente, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, colpisce oltre 55 milioni di persone nel mondo, costituendo la prima causa di cecità irreversibile. Se non si va dall’oculista regolarmente e non si misura la pressione oculare, la malattia può progredire inizialmente senza dare sintomi e pertanto, nella maggior parte dei casi le migliori “ricette” possibili sono proprio l’informazione e la prevenzione».
«Se tutti ci sottoponessimo a visite oculistiche in maniera costante – conferma Giulia Cannavale, presidente dell’UICI di Caserta -, grazie a una diagnosi  tempestiva, i danni visivi causati dal glaucoma si potrebbero evitare nella maggior parte dei casi».

Si aprirà il 6 marzo e proseguirà fino al 12 la Settimana Mondiale del Glaucoma, durante la quale IAPB Italia, Sezione attiva nel nostro Paese dell’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità, proporrà numerose iniziative gratuite, organizzate dalle varie Sezioni dell’UICI in oltre settanta città italiane. Il tutto con check-up oculistici, a bordo di Unità Mobili Oftalmiche o in ambulatori, conferenze informative e distribuzione di opuscoli sulla prevenzione.
«In Regioni come la Campania – sottolineano a tal proposito dall’UICI di Napoli – che non stanziano quasi niente per la prevenzione e la riabilitazione visiva, iniziative come queste sono fondamentali soprattutto per fare in modo che anche i cittadini meno abbienti possano sottoporsi a un controllo della vista e per sensibilizzare la cittadinanza e le istituzioni sull’importanza che può avere una buona prevenzione delle patologie oculari». (S.B.)

Ringraziamo per la collaborazione le Sezioni UICI di Reggio Emilia, Caserta e Napoli.

In una pagina dedicata del sito di IAPB Italia è disponibile l’elenco di tutte le varie iniziative previste durante la Settimana Mondiale del Glaucoma. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: sezione.italiana@iapb.it.