OK alla firma digitale per non vedenti e ipovedenti

Si chiama infatti proprio “FirmaOK” il dispositivo che l’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) ha ottenuto da Poste Italiane e che permette alle persone non vedenti e ipovedenti di firmare in piena autonomia documenti digitali. Una dimostrazione di “FirmaOK” è in programma per il 9 marzo, presso l’UICI di Napoli

Firma digitale

Firma digitale

È in programma per mercoledì 9 marzo, presso l’UICI di Napoli (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), una dimostrazione del dispositivo di firma digitale denominato FirmaOK, che l’UICI stessa ha ottenuto da Poste Italiane.
«Si tratta – spiega Giuseppe Fornaro, referente per gli Ausili e le Tecnologie dell’UICI – di un dispositivo del tutto accessibile attraverso una chiavetta USB dotata di SIM sulla quale è installato il software, che permette appunto alle persone non vedenti e ipovedenti di firmare in piena autonomia documenti digitali».

Durante la dimostrazione del 9 marzo, dunque, verranno fornite tutte le indicazioni necessarie a dotarsi di FirmaOK, «uno strumento – aggiunge Fornaro – che ci pone sullo stesso piano di uguaglianza e di cittadinanza per la firma dei documenti digitali, in un’epoca tanto importante per l’evoluzione delle tecnologie e per la diffusione delle procedure di semplificazione e di facile accesso agli atti più comuni, soprattutto della Pubblica Amministrazione». (S.G.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: fornarog@uicinapoli.it.

Stampa questo articolo