- Superando.it - http://www.superando.it -

A Bassano del Grappa un bel passo verso l’inclusione

Posa della prima pietra per "Casa Rubbi" a Bassano del Grappa (Vicenza), 19 marzo 2016

Al termine della conferenza stampa di presentazione della cerimonia prevista per il 19 marzo a Bassano del Grappa, tutte le componenti coinvolte, compreso il Sindaco della città (al centro nella foto), hanno ricevuto un primo mattoncino simbolico di “Casa Rubbi”

Tra le numerose iniziative in programma il 19 marzo per il nono ANFFAS Open Day, di cui abbiamo ampiamente riferito in altra parte del giornale, ne segnaliamo qui una “storicamente” molto significativa, in quanto caratterizzerà un evento atteso da oltre dieci anni, vale a dire la posa della prima pietra a Bassano del Grappa (Vicenza), del Progetto Casa Rubbi, un luogo che offrirà alle persone con disabilità intellettiva e relazionale del territorio una struttura moderna e funzionale, composta da un Centro Diurno, con spazi aggregativi e formativi per una trentina di utenti e una Comunità Alloggio con dieci posti, il tutto per tentare di dare una risposta alle sempre più pressanti esigenze del cosiddetto “Dopo di Noi”.
Sabato 19 marzo, quindi, Diego Dalla Giacoma, presidente dell’ANFFAS di Bassano (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale), affiancato da Paola Gallo, presidente della Fondazione Pirani-Cremona – l’altra organizzazione promotrice del progetto – daranno vita alla cerimonia della prima pietra, che avvierà la realizzazione dello stralcio iniziale dell’opera, insieme al sindaco di Bassano Riccardo Poletto, oltreché alle famiglie, alle associazioni del territorio e ad altri esponenti istituzionali del comprensorio.
Il tutto avverrà in mattinata, presso quella che sarà la sede delle nuove strutture (Via Carpellina, Zona Ospedale Civile, ore 11).

«Quello del 19 marzo – dichiara Dalla Giacoma – sarà un momento importante, di svolta, per la nostra Associazione e per la città tutta, che porterà alla realizzazione n. Insieme, infatti, potremo fare un passo concreto verso un futuro di crescente inclusione, pari dignità e pari opportunità. Per questo, invito tutti i cittadini a partecipare a questa grande festa, a conoscere l’Associazione, le famiglie e gli amici che la sostengono e le tante attività e iniziative che ogni giorno vengono realizzate, perché solo così, tutti insieme, potremo costruire una comunità veramente inclusiva».
Nel segno poi della partecipazione attiva che contraddistinguerà le iniziative promosse in tutta Italia in occasione dell’ANFFAS Open Day, anche a Bassano del Grappa sono previste una serie di sorprese preparate dai giovani del Centro Educativo ANFFAS che parteciperanno all’evento. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Roberta Zarpellon (zarpellon@traguardiweb.it).