“Blog tour” accessibile, nel cuore della Toscana

Un gruppo scelto di blogger provenienti dall’Italia e dall’estero, specializzati in turismo accessibile ma non solo, visiteranno il 23 marzo i centri storici di Siena e Pienza, per diffondere il più possibile il concetto che un turismo accessibile contraddistingue una società migliore per tutti. La bella iniziativa è stata promossa dall’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), a margine del convegno di Lucignano (Arezzo), che ha concluso in questi giorni il progetto “Europe without Barriers”, coordinato dalla stessa AISM

Pienza (Siena), Duomo e Palazzo Piccolomini

Il Duomo e Palazzo Piccolomini di Pienza (Siena)

Un’ulteriore interessante iniziativa è stata promossa dall’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) per mercoledì 23 marzo, a margine del convegno conclusivo svoltosi in questi giorni a Lucignano (Arezzo) di Europe without Barriers, progetto europeo sul turismo accessibile, coordinato dalla stessa AISM, cui avevamo già dato ampio spazio sul nostro giornale.
Si tratta del blog tour tra Siena e Pienza, che vedrà un gruppo scelto di blogger provenienti dall’Italia e dall’estero, visitare i centri storici delle due splendide città medievali e in particolare alcuni luoghi, come Santa Maria della Scala e Piazza del Campo a Siena, Palazzo Piccolomini e il Duomo a Pienza.

In sostanza, l’obiettivo è lo stesso di Europe without Barriers, ovvero diffondere il più possibile il concetto che un turismo accessibile contraddistingue una società migliore per tutti. Per farlo sono stati coinvolti non solo blogger specializzati in turismo accessibile, ma anche altri che si occupano di viaggi in generale, sia italiani che stranieri.
A presentarne alcuni, per conto di Europe without Barriers, è Andrea Fioravanti: «Ci sarà ad esempio Fabrizio Marta, meglio noto come “Rotex”, in carrozzina per una malattia ossea, ma affetto da una patologia ancora più grave: la “viaggite”. Per questo motivo si definisce “viaggiatore rotante” e da anni racconta i suoi viaggi per sensibilizzare l’abbattimento delle barriere architettoniche e culturali nel suo blog sulla piattaforma “Vanity Fair”, oltre ad essere “guida per caso”, in àmbito di turismo accessibile, per il sito “Turisti per caso”. Ci sarà inoltre Marianna Norillo, salernitana trapiantata in Sardegna dal 2005, che nel suo sito racconta i suoi viaggi al di fuori degli itinerari di massa, rivelando le avventure e le disavventure che spesso capitano e difficilmente si trovano nelle guide turistiche. Nel suo zaino, come ricorda lei stessa, “non possono mai mancare tre cose: una fotocamera, una penna, e il caricabatterie da viaggio per restare connessa”. E ancora, Flora Baker, blogger londinese vincitrice del Travel Writing Competition 2015 di «National Geographic», che dal 2012 racconta nel suo diario digitale i viaggi fatti zaino in spalla in giro per il mondo, dal Nepal alla California, dalla Groenlandia fino al Sudamerica. Flora si definisce “una scrittrice, poetessa, volontaria, ma soprattutto una viaggiatrice”. E infine i rappresentanti di Italy for all, uno dei più importanti portali informativi interamente dedicati al turismo per persone con disabilità, che propone itinerari accessibili a tutti lungo tutta la penisola». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@europewithoutbarriers.eu.

Stampa questo articolo