Perché dover reclamare ogni anno gli elenchi del 5 per mille?

«Non vogliamo più dover reclamare ogni anno quello che ci spetta di diritto. Le Associazioni, infatti, contano proprio su quelle risorse per migliorare e garantire i propri servizi e le proprie attività a sostegno della comunità»: lo dichiara Pietro Barbieri, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore, unendosi alla campagna di tweet denominata “#fuorileliste”, lanciata per avere risposte dall’Agenzia delle Entrate sulla mancata pubblicazione degli elenchi dei beneficiari del 5 per mille per l’anno 2014

Tweet bombing "#fuorileliste", aprile 2016

Il tweet bombing (letteralmente “bombardamento di tweet”) lanciato nei confronti dell’Agenzia delle Entrate, per avere risposte sulla mancata pubblicazione degli elenchi dei beneficiari del 5 per mille per l’anno 2014

Come già era accaduto lo scorso anno, il Forum Nazionale del Terzo Settore si unisce al tweet bombing – letteralmente “bombardamento di tweet”, che fa capo all’iniziativa denominata #fuorileliste – nei confronti dell’Agenzia delle Entrate, per avere risposte rapide sulla mancata pubblicazione degli elenchi dei beneficiari del 5 per mille per l’anno 2014.
Lo dichiara in una nota Pietro Barbieri, portavoce del Forum, che aggiunge: «Ci piacerebbe ricevere lo stesso trattamento concesso al 2 per mille ai partiti, ma soprattutto ci piacerebbe non dover reclamare ogni anno quello che ci spetta di diritto. Le Associazioni, infatti, contano proprio su quelle risorse per migliorare e garantire i propri servizi e le proprie attività a sostegno della comunità». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: stampa@forumterzosettore.it (Anna Monterubbianesi).

Stampa questo articolo