Quando il podismo diventa accessibile a tutti

Accadrà il 24 aprile nella Piana di Lucca, con la quarantesima edizione della “Marcia delle Ville”, la manifestazione podistica più importante e partecipata del territorio, che si articolerà anche su due percorsi resi interamente accessibili (da 3,5 e 7 chilometri), grazie all’interessamento e al sostegno dato agli organizzatori dalla Fondazione Banca del Monte di Lucca, impegnata ormai di tempo in progetti contraddistinti dall’accessibilità

Manifesto della "Marcia delle Ville 2016" (quarantesima edizione)

Il manifesto della quarantesima edizione della “Marcia delle Ville”, la manifestazione podistica più importante e partecipata della Piana di Lucca, che si articolerà anche su due percorsi (3,5 e 7 chilometri) resi interamente accessibili

Impegnata ormai da tempo a implementare l’accessibilità per tutti, con vari progetti nati in collaborazione con le Associazioni che si occupano di disabilità, la Fondazione Banca del Monte di Lucca, in occasione del quarantennale di tale evento, ha deciso di sostenere l’Associazione Podistica Dilettantistica Marciatori Marliesi, per migliorare ulteriormente l’accoglienza riservata alle persone con difficoltà motorie, alle carrozzine e ai passeggini, in vista della Marcia delle Ville di domenica 24 aprile, la manifestazione podistica più importante e partecipata della Piana di Lucca. E così, in occasione dell’evento, ci saranno due percorsi – rispettivamente da 3 chilometri e mezzo e da 7 chilometri – resi interamente accessibili.

«Lo sport – sottolinea Elizabeth Franchini, impegnata nella gestione dei progetti della Fondazione Banca del Monte di Lucca – è uno degli strumenti migliori per favorire l’inclusione sociale, l’interazione tra persone e generazioni, l’integrazione e le pari opportunità. È uno strumento che incide positivamente sull’educazione, la promozione di una vita sana, favorendo il dialogo tra le persone, stimolando sentimenti di amicizia e solidarietà, oltreché creando una cultura inclusiva. L’accessibilità, per altro, non riguarda soltanto le persone con disabilità, ma tutti: se infatti un luogo è accessibile, lo è anche per persone con momentanee difficoltà di deambulazione, per i bambini piccoli, per le persone anziane o per le mamme con passeggini e  carrozzine. Ecco perché nei percorsi accessibili della Marcia delle Ville potranno essere accolti tutti».
«Siamo molto felici ed è per noi motivo di orgoglio – aggiunge Ruggero Taddeucci, presidente dei Marciatori Marliesi – sapere che la Marcia delle Ville è stata “scelta” come manifestazione da inserire in questo progetto che la Fondazione Banca del Monte di Lucca sta portando avanti con successo. Ci adopereremo, dunque, perché le persone con disabilità possano raggiungere facilmente l’area di ritrovo e la partenza della marcia con un percorso loro dedicato e per quanto riguarda la corsa, abbiamo reso interamente accessibile, oltre a quello da 3 chilometri e mezzo, anche il percorso da 7 chilometri, che sarà ovviamente più impegnativo, permettendo però di raggiungere lo splendido ex Osservatorio Astronomico della Specola dalla cui terrazza si gode il panorama più bello dell’intera Piana di Lucca». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Anna Benedetto (anna.benedetto.lucca@gmail.com).

Stampa questo articolo