Disabilità e lavoro al centro del 1° Maggio a Bologna

Il diritto al lavoro delle persone con disabilità sarà uno degli argomenti centrali della Festa del Primo Maggio in Piazza Maggiore a Bologna, dedicata al tema “Lavoro, diritto e dignità”, con un incontro in mattinata cui parteciperanno rappresentanti politici e sindacali, per ascoltare anche una serie di testimonianze provenienti dalle Associazioni di persone con disabilità e delle loro famiglie

Donna in carrozzina al lavoro a una scrivaniaDedicata al tema Lavoro, diritto e dignità, la Festa del Primo Maggio in Piazza Maggiore a Bologna avrà tra i propri temi centrali il lavoro delle persone con disabilità, cui sarà dedicata l’intera mattinata, con un incontro coordinato da Giuliano Zignani, segreterio generale della UIL Emilia Romagna e Bologna e introdotto da Alessandro Alberani, segretario generale della CISL dell’Area Metropolitana Bolognese.
Parteciperanno poi Maurizio Cocchi, presidente della Cooperativa Virtual Coop, la deputata Donata Lenzi, componente della Commissione Affari Sociali della Camera e Mario Barbuto, presidente nazionale dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti).
Seguiranno quindi una serie di testimonianze di Associazioni di persone con disabilità e dei loro familiari, tra cui quelle della Fondazione Dopo di Noi Bologna, per la quale la coordinatrice pedagogica Tiziana Roppoli parlerà dei “progetti di vita” promossi dalla Fondazione stessa, basati sull’abitare, la socialità e il lavoro, mentre Leonardo S. racconterà le proprie speranze di giovane cittadino, che vuole realizzarsi attraverso il lavoro di panettiere.
Le conclusioni saranno tratte da Maurizio Lunghi, segretario generale della CGIL Bologna. (S.B.)

È disponibile il manifesto della Festa del Primo Maggio in Piazza Maggiore a Bologna, con il programma completo della giornata. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: comunicazione@dopodinoi.org.

Stampa questo articolo