Vince il motto “Nulla su di Noi senza di Noi”

Si può certamente definire come una vittoria all’insegna del “Nulla su di Noi senza di Noi” – il motto del movimento internazionale delle persone con disabilità e delle loro Associazioni – il fatto che anziché essere approvata dal Consiglio Regionale della Campania, senza precedenti consultazioni con le organizzazioni di persone con disabilità, una Proposta di Legge Regionale sul “Dopo di Noi” sia stata rinviata alla Giunta della Regione stessa. Soddisfazione viene espressa dalla FISH Campania, che ha lavorato a fondo per ottenere questo risultato

Consiglio Regionale della Campania

Una riunione del Consiglio Regionale della Campania

«Non posso che essere soddisfatto, perché il lavoro svolto in questi mesi con la Giunta Regionale e con alcuni Consiglieri ha portato a questo risultato, anche se tutto ciò era evitabile, convocando le Associazioni di fronte alla Commissione Politiche Sociali».
È questo il commento di Daniele Romano, presidente della FISH Campania (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), cui aderiscono numerose organizzazioni che tutelano i diritti delle persone con disabilità e delle loro famiglie, dopo la convulsa giornata del 29 aprile al Consiglio Regionale della Campania, che prevedeva all’ordine del giorno anche l’approvazione della Proposta di Legge Regionale Disposizioni per l’assistenza alle persone disabili prove del sostegno familiare, ovvero una norma sul cosiddetto “Dopo di Noi”. Un’approvazione, però, viziata da un grave difetto di fondo, ovvero appunto la mancata consultazione con le Associazioni di persone con disabilità e delle loro famiglie. Per questo la FISH Campania aveva dapprima chiesto di riportare il testo presso la VI Commissione Consiliare (Politiche Sociali), attivandosi per altro anche con Lucia Fortini, assessore regionale alle Politiche Sociali, per ottenere la presentazione di alcuni emendamenti migliorativi.

Alla fine, dunque, grazie soprattutto all’intervento del presidente della Regione Vincenzo De Luca e della citata Fortini, si è deciso di rinviare alla Giunta la predisposizione di un proprio provvedimento, caratterizzando quella che si può a buona ragione definire come una vittoria all’insegna del Nulla su di Noi senza di Noi, il motto del movimento internazionale delle persone con disabilità e delle Associazioni che le rappresentano.
«A tal proposito – sottolinea Romano – mi sento certamente di dover ringraziare il presidente De Luca e l’assessore Fortini, per il lavoro svolto ascoltandoci pazientemente, e anche i Consiglieri Regionali Fiola, Ciarambino, Zinzi, Borrelli e Oliviero». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: federhand.fishcampania@gmail.com.

Aderiscono alla FISH Campania:
° ADV Campania (Associazione Disabili Visivi)
° AIFA Campania (Associazione Italiana Famiglie ADHD)
° AIMA Campania (Associazione Italiana Malattia d’Alzheimer)
° AIPD Caserta (Associazione Italiana Persone Down)
° AISM Campania (Associazione Italiana Sclerosi Multipla)
° ANFFAS Coordinamento Regionale Campania (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale)
° Associazione Anche Noi, Eboli (Salerno)
° Associazione Di.Vo. (Disabili e Volontari), Marigliano (Napoli)
° Associazione Gli Amici di Eleonora, Napoli
° Associazione Pinocchio & Geppetto, Santa Maria Capua Vetere (Caserta)
° Associazione Umanità Nuova, Alvignano (Caserta)
° Auxilia Campania
° Centro Torre, Napoli
° CSPDM (Centro Studi Pedagogia della Mediazione), Eboli (Salerno)
° DPI Campania (Disabled Peoples’ International)
° Famiglie in Rete Napoli 4 all
° FIADDA (Famiglie Italiane Associate per la Difesa dei Diritti degli Audiolesi), Afragola-Nola (Napoli)
° LHP (Lega Problemi Handicappati), Caserta
° MO.V.I. CAMPANIA Onlus-ENIL Italia (Movimento Campania per la Vita Indipendente delle persone con disabilità)
° UILDM Campania (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare)
° URCAS (Associazione Invalidi Civili Disabili e Famiglie), Torre Annunziata (Napoli)

Stampa questo articolo