L’Università e le persone con disabilità: una ricerca

È stato promosso da Jobmetoo – il portale in web che svolge il servizio di agenzia per il lavoro, per l’attività di ricerca e selezione esclusivamente focalizzata sui lavoratori con disabilità – e svolto in collaborazione con l’Università di Macerata, uno studio, tuttora in corso, voluto per monitorare la carriera e lo stato di occupazione degli studenti e laureati con disabilità e individuare i loro bisogni connessi al mondo del lavoro. E su tali temi Jobmetoo interverrà anche il 13 maggio all’Università di Torino

Giovane laureato con disabilità fotografato di spalle«Ci piace pensare a Jobmetoo come a un vero e proprio laboratorio scientifico, dove la ricerca diventa la base delle scelte strategiche. Il diritto allo studio per le persone con disabilità è il primo requisito per l’accesso al diritto al lavoro e le Università rappresentano il punto più elevato del cammino formativo».
Sono parole di Daniele Regolo, persona con disabilità uditiva grave, che sin dal 2011 aveva avviato il portale Agenzialavorodisabili.it e che, come avevamo più volte segnalato anche nel nostro giornale, ha successivamente dato vita a Jobmetoo, portale in web che svolge il servizio di agenzia per il lavoro, autorizzata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, per l’attività di ricerca e selezione esclusivamente focalizzata sui lavoratori con disabilità.

Già da qualche tempo, come ben si evince dalle parole di Regolo, Jobmetoo ha promosso un progetto di ricerca, in collaborazione con l’Università di Macerata, intitolato LED: Il Lavoro È un Diritto. Nuove soluzioni all’auto-orientamento al lavoro e per il recruiting online di persone con disabilità, il cui scopo è quello di monitorare la carriera e lo stato di occupazione degli studenti e laureati con disabilità e individuare i loro bisogni connessi al mondo del lavoro.
Lo studio, tuttora in corso, è seguito dalla psicologa e ricercatrice Cristina Formiconi e coordinato da Paola Nicolini, delegata del Rettore per la Disabilità all’Università di Macerata. I risultati di esso verranno presentati prossimamente nel corso di un evento ad hoc, ma già domani, venerdì 13 maggio, nell’Aula Magna dell’Università di Torino, durante la tre giorni di incontri UNIversal Inclusion Rights and Opportunities for Persons with Disabilities in the Academic Context (“Inclusione UNIversale: diritti e opportunità per le persone con disabilità nel contesto accademico”), Jobmetoo interverrà sul tema delle persone laureate con disabilità. Lo farà esattamente nel corso della prima sessione (ore 8.30-10.30), intitolata Politiche accademiche di sostegno al diritto allo studio e all’inclusione sociale (prassi e aspetti legislativi, orientamento in ingresso e in uscita, collocamento al lavoro). (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@jobmetoo.com.

Stampa questo articolo