Una vela anche per me

Quattro ragazzi e ragazze con disabilità cognitiva che circumnavigano l’Isola d’Elba, vivendo un’esperienza unica e irripetibile: consiste in questo il Progetto “Una vela anche per me”, promosso dalla FTIA (Federazione Ticinese Integrazione Andicap), che per fare avvicinare al meglio i giovani al mondo della vela, prevede alcune giornate introduttive, la prima delle quali il 14 maggio presso il Circolo Velico del Lago di Lugano

FTIA, "Una vela anche per me"

Una delle persone con disabilità che hanno già partecipato a “Una vela anche per me”, progetto della FTIA (Federazione Ticinese Integrazione Andicap)

Una settimana a bordo di una barca a vela: tra i tanti soggiorni a carattere sportivo annualmente organizzati, è questa la speciale proposta, denominata Una vela anche per me, che viene promossa dalla FTIA, la Federazione Ticinese Integrazione Andicap, rivolgendosi a persone con disabilità intellettiva.

«Si tratta – spiegano dalla Federazione Ticinese – di un progetto più che collaudato che dal 2013 offre regolarmente la possibilità a quattro ragazzi e ragazze con disabilità cognitiva di circumnavigare l’Isola d’Elba. Il nostro Servizio Sport è convinto infatti che occasioni come questa costituiscano un ottimo pretesto per sperimentare il proprio spirito di adattamento, la capacità di confrontarsi con i propri limiti e per scoprire nuove sensazioni. Si tratta per altro di un’esperienza unica e irripetibile, in quanto l’equipaggio è composto da ragazzi e ragazze che non hanno mai partecipato a nessuna delle edizioni precedenti e che non per forza conoscono già la vela!».

Per allentare dunque la tensione nei confronti di un’avventura tutta nuova e per sostenere il progetto in ogni sua fase, sono in programma alcune giornate di introduzione all’attività velistica, la prima delle quali sarà sabato 14 maggio presso il Circolo Velico del Lago di Lugano, dove i futuri partecipanti, accompagnati da amici e familiari, potranno avvicinarsi nel migliore dei modi al mondo della vela. (S.G.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Sara Martinetti (responsabile della Comunicazione FTIA), sara.martinetti@ftia.ch; Giovanna Ostinelli (responsabile del Servizio Sport della FTIA e del Progetto Una vela anche per me), giovanna.ostinelli@ftia.ch.

Stampa questo articolo