LEDHA Como: la rete si infittisce

Nuove nomine e un piano di sviluppo e rafforzamento coincidente con la trasformazione in LEDHA Como (Lega per i Diritti delle Persone con Disabilità): è questa l’evoluzione della Rete Comasca Disabilità, che intende incidere in modo sempre più concreto, sul proprio territorio, in favore dei diritti delle persone con disabilità

Viviana Tombolillo

Viviana Tombolillo è stata eletta alla Presidenza della Rete Comasca Disabilità/LEDHA Como

Nuove nomine e soprattutto un piano di sviluppo e rafforzamento coincidente con la trasformazione in LEDHA Como (Lega per i Diritti delle Persone con Disabilità): è questa l’evoluzione della Rete Comasca Disabilità i cui rappresentanti segnalano come sia stato appunto raccolto «lo stimolo a “spendere” maggiormente anche a livello locale il nome di LEDHA, ovvero della Federazione Regionale delle Associazioni di Persone con Disabilità e delle loro Famiglie, che costituisce la componente lombarda della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), di cui facciamo parte fin dalla nostra fondazione. Come infatti aveva ricordato Alberto Fontana, presidente della LEDHA, nel corso dell’Assemblea di aprile della Federazione, l’attivazione dei coordinamenti territoriali con il nome di LEDHA era uno degli obiettivi che lui stesso si era dato all’inizio del proprio mandato, rappresentando “un passo importante che va nella direzione di rafforzare gli interventi delle Associazioni territoriali nel loro quotidiano lavoro di tutela dei diritti delle persone con disabilità”».

Nuove nomine, dicevamo quindi, a partire da quella di Viviana Tombolillo, referente dell’AISLA Como (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica), scelta per la Presidenza. Le si affiancheranno Marzio Ghezzi (segretario dell’Associazione Albinit) e Mariagrazia Montanaro (presidente dell’Associazione Talea), rispettivamente nei ruoli di vicepresidente e segretario/tesoriere. Gli altri membri del Consiglio Direttivo – organismo volutamente snello ed estremamente operativo – sono Gabriella Bonanomi (Sportello Sociale AISM Como-Associazione Italiana Sclerosi Multipla), Filiberto Crisci (coordinatore del Comitato Lombardo Vita Indipendente/Comodalbasso) e Graziella Falaguasta, che in qualità di past-president supporterà il passaggio di testimone.

I nuovi positivi sviluppi della Rete Comasca Disabilità – ora LEDHA Como – sono testimoniati anche dall’ingresso di un nuovo componente, l’Associazione Granello Insieme,  costituita nel 2014 da famiglie e amici della Cooperativa Il Granello, che opera da molti anni nel Comasco e nel Varesino, per favorire l’inclusione delle persone con disabilità nel tessuto sociale.
«L’ingresso dell’Associazione Granello Insieme nel nostro Coordinamento – sottolinea Tombolillo –  con le sue competenze nell’ambito dell’inclusione anche nel mondo del lavoro, ci rende molto orgogliosi e rappresenta per la nostra rete associativa una nuova scommessa per le iniziative che intendiamo promuovere nei prossimi anni». «Siamo nati nel 2014 – aggiunge Vittorio Borghi, presidente di Granello Insieme – per dare consistenza all’inserimento delle persone con disabilità nel tessuto sociale e crediamo che, grazie al nostro ingresso in Rete Comasca Disabilità/LEDHA Como, questi aspetti che riguardano anche il mondo del lavoro avranno maggiore impulso e saranno in grado di promuovere una partecipazione attiva anche di persone giovani». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@retecomascadisabilita.it (Graziella Falaguasta).

La Rete Comasca Disabilità/LEDHA Como
La Rete Comasca Disabilità è nata nel febbraio del 2010 e sin dalla sua fondazione è rappresentata a livello nazionale nella FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), attraverso la LEDHA (Lega per i Diritti delle persone con Disabilità).
Ne fanno parte ad oggi l’AISLA Como (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica), l’AISM Como (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), l’ANFFAS Como (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale), l’ANFFAS Centro Lario e Valli, le Associazioni Albinit, Arcobaleno, Granello Insieme, Talea, So.La.Re. (Social Lario Rete) e Primavera, Comodalbasso/Comitato Lombardo per la Vita Indipendente e la UILDM Como (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare).
Le aree di intervento nell’àmbito della tutela dei diritti delle persone con disabilità, cui l’organismo intende dare voce, sono la rappresentanza, la presa in carico, la tutela della Vita Indipendente e il rispetto della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, il diritto allo studio e l’inclusione scolastica e nella società, il diritto al lavoro, la partecipazione alla spesa pagando il giusto e la protezione giuridica.
All’interno del coordinamento – e in sinergia con la LEDHA, le Istituzioni e gli Enti Territoriali – sono stati creati quattro gruppi di lavoro ad hoc, per realizzare specifiche azioni di analisi dei dati e delle diverse situazioni e sviluppare la collaborazione con i vari Tavoli di Lavoro nel territorio comasco, sviluppando anche momenti d’incontro e di confronto con operatori e famiglie, per realizzare un percorso formativo-informativo condiviso, che prepari a un livello adeguato di rappresentanza.
Per guanto riguarda il gruppo che opera nel settore Consolidamento Rete/Istituzioni e coordinamento con LEDHA, esso è costituito da Viviana Tombolillo, Marzio Ghezzi, Gabriella Bonanomi e Graziella Falaguasta. Del gruppo dedicato al lavoro fanno parte Carlo Fornari, Assunta Peluso, Gabriella Bonanomi e Graziella Falaguasta, mentre quello che si occupa della scuola e dell’infanzia/adolescenza è composto da Gabriella Bonanomi, Marzio Ghezzi e Graziella Falaguasta. Infine, il gruppo su accessibilità/mobilità/Vita Indipendente è costituito da Ida Sala, Filiberto Crisci e Comodalbasso.
Un importante ruolo strategico ricopre poi lo sportello informativo condiviso, realizzato grazie alla messa in rete delle risorse di alcune delle Associazioni che fanno parte del coordinamento territoriale: ANFFAS Como, AISLA Como e Associazione Arcobaleno.

Stampa questo articolo