Vita indipendente per le persone con lesione midollare

Le crescenti opportunità offerte dalle nuove tecnologie, per coltivare una Vita Indipendente anche nei casi di lesione midollare in cui la menomazione della persona sia particolarmente impattante: se ne parlerà a Bologna il 21 maggio, nel corso di un incontro promosso da un gruppo di organizzazioni, tra cui il Montecatone Rehabilitation Institute di Imola e la Fondazione ASPHI, all’interno del “2° Festival della Scienza Medica”

Persone paraplegiche in carrozzina

Persone con lesione midollare in carrozzina

Nell’àmbito del 2° Festival della Scienza Medica, in corso di svolgimento a Bologna fino al 22 maggio, a cura della Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna e di Genus Bononiae-Musei nella Città, in collaborazione con l’Università del capoluogo emiliano, è in programma per sabato 21 maggio (Auditorium Enzo Biagi, Sala Borsa, Piazza del Nettuno, 3, ore 10.30) l’incontro aperto al pubblico, intitolato Io e le nuove tecnologie: Vita Indipendente per le persone con lesione midollare, voluto per dare evidenza alle crescenti opportunità offerte dalle nuove tecnologie, per coltivare una Vita Indipendente anche nei casi in cui la menomazione della persona sia particolarmente impattante.

Moderato da Filippo Preziosi, già direttore di Ducati Corse, l’appuntamento potrà contare sulla partecipazione di Nicola Gencarelli e Luca Enei, rispettivamente Responsabile per la Ricerca Tecnologica e responsabile per i Sistemi Informativi, oltreché consulente per le Tecnologie Assistive, della Fondazione ASPHI (già Avviamento e Sviluppo di Progetti per ridurre l’Handicap mediante l’Informatica, oggi Information & Communication Technology per migliorare la qualità di vita delle Persone con disabilità), che tratteranno il tema Comunicazione e svago; Domenico Nocera, progettista del Laboratorio FabLab di Imola e membro dell’AUS Montecatone (Associazione Unità Spinale Montecatone) (Ausili personalizzati in 3D); Roberta Vannini, coordinatrice della Terapia Occupazionale del Montecatone Rehabilitation Institute di Imola (Guidare in autonomia); Pasquale Fedele, direttore esecutivo della Società Liquidweb (BrainControl Tecnologie assistive mediante il “pensiero”).
Porterà inoltre la propria testimonianza William Boselli, fondatore e presidente  dell’Associazione WTKG (Willy the King Group) ed ex paziente del Montecatone Rehabilitation Institute.

Il programma dell’incontro è stato curato dal citato Montecatone Rehabilitation Institute, la nota struttura specializzata nella cura e nella riabilitazione delle lesioni midollari e delle gravi cerebrolesioni, insieme agli organismi che ruotano attorno allo stesso (la Fondazione Montecatone, l’AUS Montecatone e la Cooperativa Casa Guglielmi), alla Fondazione ASPHI, all’Associazione WTKG (Willy The King Group), al Laboratorio FabLab e all’Associazione Paraplegici Emilia Romagna. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Comunicazione Esterna Montecatone Rehabilitation Institute (Vito Colamarino), vito.colamarino@montecatone.com.

Stampa questo articolo