Gli studenti sordi all’Università

Dal 26 al 28 maggio, l’ENS (Ente Nazionale Sordi) ha organizzato a Roma tre intense giornate di studio, incontro e testimonianze, per promuovere un ampio confronto con l’Università, le Istituzioni e gli studenti, e inaugurare una nuova stagione dedicata alla promozione dell’accessibilità e fruibilità dei percorsi universitari da parte degli studenti sordi e sordociechi

Ritagli di giornale con varie parole dedicate all'accessibilità degli studenti sordi all'UniversitàUna tavola rotonda (Università e studenti sordi. Politiche e buone prassi), giovedì 26 maggio presso il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca; un convegno (Università e studenti sordi. Formazione sull’accessibilità: esperienze a confronto in Italia e all’Estero), venerdì 27 maggio all’Università degli Studi Roma Tre; una giornata di incontro tra studenti universitari e laureati sordi, sabato 28 maggio, coordinata dal Comitato Giovani Sordi Italiani (CGSI) – ENS, presso la sede centrale di quest’ultima Associazione: consisterà in questo la tre giorni romana organizzata dall’ENS (Ente Nazionale Sordi), tutta dedicata all’accessibilità per gli studenti sordi e sordociechi all’Università.

«Il mondo universitario – spiegano dall’ENS – non è un mondo semplice. Non lo è per gli studenti “normodotati” e diventa ancor più complesso e frustrante per uno studente sordo che troppe volte non trova adeguati servizi dedicati all’abbattimento delle barriere della comunicazione, dalla stenotipia ai servizi di interpretariato in lingua dei segni, dal tutorato all’accesso alle informazioni che riguardano la vita dell’Ateneo. Non è un caso, quindi, che i ragazzi e le ragazze sordi che arrivano al traguardo di una laurea siano ancora molto pochi in Italia, per non parlare dei percorsi postuniversitari, e che essi lo facciano con grande fatica, enorme forza di volontà e sacrificio personale».
Con queste tre giornate di studio, confronto e testimonianze, dunque, l’ENS intende promuovere un ampio confronto con l’Università, le Istituzioni e gli studenti, allo scopo di inaugurare una nuova stagione dedicata alla promozione dell’accessibilità e fruibilità dei percorsi universitari da parte degli studenti sordi e sordociechi. «Infatti – aggiungono dall’Associazione -, nonostante l’Italia abbia dei poli di eccellenza, la strada da percorrere è ancora lunga, soprattutto in virtù di ciò che prevede la Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità».

Saranno dunque tre giornate che costituiranno una preziosa occasione per verificare i livelli di accessibilità del contesto universitario italiano per i cittadini sordi, confrontando esperienze e buone prassi anche dall’estero, nonché per formulare proposte che vadano a migliorare sempre più la fruibilità dei percorsi di studio delle persone con disabilità. (S.B.)

È disponibile il programma completo delle tre giornate di incontri organizzate dall’ENS a Roma dal 26 al 28 maggio. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: convegnouniversita@ens.it.

Stampa questo articolo