Alla scoperta (accessibile) di San Gerardo dei Tintori

Sarà tutto dedicato a San Gerardo dei Tintori – importante figura della storia di Monza, città della quale è uno dei patroni e al cui ospedale dà tuttora il nome – il nuovo appuntamento del 2 giugno di “Emozioni&Esperienze per tutti”, ciclo di giornate alla scoperta accessibile di luoghi e strutture dall’importante valore storico e culturale, organizzato dall’Associazione brianzola Viaggiarepertutti

Ritratto tradizionale di San Gerardo dei Tintori (particolare)

Particolare di un ritratto tradizionale di San Gerardo dei Tintori

Vissuto tra il 1134 e il 1207 e divenuto in seguito Santo, Gerardo dei Tintori (o Tintore) fu il fondatore di un ospedale nato con lo scopo di assistere i poveri e i malati di Monza della quale oggi è il patrono, insieme a San Giovanni Battista, oltre a dare tuttora il nome all’ospedale della città. L’iconografia tradizionale lo raffigura come un anziano barbuto, vestito di un saio, con un bastone dal quale pende un rametto di ciliegie; ai suoi piedi un cesto con pane, vino e uova, o una scodella con un cucchiaio, che simboleggiano la sua attività di assistenza ai poveri e agli infermi.

«Andremo a scoprire questa figura che ha segnato in modo tanto importante la storia di Monza, in un pomeriggio da vivere all’insegna della storia, dell’arte e dell’accessibilità, visitando le due chiese della città a lui dedicate, vale a dire la grande chiesa ottocentesca che ne conserva le reliquie e l’antica chiesetta di San Gerardino “dentro le mura”»: così, in vista della Festa di San Gerardo del 6 giugno, Domenico Zema, presidente dell’Associazione di Promozione Sociale Viaggiarepertutti di Villasanta (Monza-Brianza), presenta il nuovo appuntamento organizzato per giovedì 2 giugno a Monza (ore 15.30), nell’àmbito di Emozioni&Esperienze per tutti, ciclo di giornate alla scoperta accessibile di luoghi e strutture dall’importante valore storico e culturale.

Viaggiarepertutti, lo ricordiamo, è nata recentemente dall’esperienza dell’omonimo blog, delle cui iniziative anche il nostro giornale ha già avuto occasione di occuparsi. (S.G.)

Per ulteriori informazioni e appuntamenti: info@viaggiarepertutti.it.

Stampa questo articolo