Una giornata di festa per far conoscere gli autismi

Con la giornata-evento denominata “Stop-Aut”, in programma il 5 giugno a Pressana, in provincia di Verona, tra mostre, laboratori, musica e tanta buona informazione e dibattito, si renderà sempre più visibile il Coordinamento Autismo Veneto, nato recentemente, che riunisce ben quindici Associazioni di tutte le Province della Regione. Per l’occasione i rappresentanti di esso incontreranno gli esponenti delle Istituzioni, per far conoscere le istanze delle persone con disturbi dello spettro autistico e delle loro famiglie

Giovane con autismo insieme alla sorella

Un giovane con autismo insieme alla sorella

«Una giornata di festa per far conoscere aspetti poco noti dell’autismo, anzi dei disturbi dello spettro autistico, visto che non sono una ma tante le patologie che vengono genericamente ricomprese nella definizione di autismo»: così dall’ANGSA Veneto (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici), viene presentato Stop-Aut, evento in programma per il 5 giugno a Pressana (Verona), fra l’interno e l’esterno di un’antica chiesa di origine medievale divenuta sede di un’Associazione Culturale, la Bottega d’Arte.
Ulteriore spessore all’iniziativa arriva poi anche da un’importante coincidenza, ovvero dal fatto che proprio in queste settimane, come viene sottolineato dall’ANGSA, «le Associazioni del Veneto che si occupano di autismo hanno deciso di unirsi, creando il Coordinamento Autismo Veneto che sta iniziando a rapportarsi con le Istituzioni regionali allo scopo di far conoscere le istanze delle famiglie e delle persone con disturbi dello spettro autistico. Un Coordinamento che riunisce esattamente quindici Associazioni di tutte le Province della Regione, rappresentando quindi migliaia di persone».

Altre iniziative, quindi, sono imminenti e di esse ci occuperemo anche nel nostro giornale, qui ci limitiamo invece a riferire della giornata del 5 giugno a Pressana, cui presenzieranno numerose Associazioni impegnate sul fronte dell’autismo e anche Autismo Abruzzo, gradito ospite da fuori Regione.
Stop-Aut ha carattere biennale e  quella del 5 giugno sarà la seconda edizione, tra mostre, laboratori, musica e tanta buona informazione e dibattito. Nel dettaglio del programma, va segnalato l’incontro del primo pomeriggio tra i rappresentanti delle Associazioni del Veneto e le Istituzioni. Verrà poi inaugurata la mostra di fotografie The Surprise of Life di Gianluca Balocco, e presentato il primo giornale elaborato in Italia da ragazzi con autismo, “i fantastici 15”.
E ancora, laboratori di pittura e ceramica per bambini e adolescenti, fino ai momenti musicali, con le esibizioni del pluripremiato coro Le voci bianche della scuola media di Cologna Veneta, del cantante e chitarrista Giovanni Signorato, del trio country e american folk On the Road e del dj Umberto Baù. (S.B.)

È disponibile il programma completo della giornata di Pressana. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: angsaveneto@gmail.com (Luca Fiorin).

Stampa questo articolo