La disponibilità di un impianto sottoretinico all’avanguardia

La Clinica Oculistica dell’Istituto Scientifico Universitario San Raffaele di Milano ha annunciato la possibilità di donare un chip per la visione artificiale Alpha IMS a un paziente completamente cieco e in tal senso è stata avviata una ricerca di persone idonee al relativo intervento, per il quale sono stati fissati una serie di criteri di inclusione ed esclusione

Occhio di donnaCome ci viene segnalato dall’ADV (Associazione Disabili Visivi), lo staff medico-scientifico della Clinica Oculistica dell’Istituto Scientifico Universitario San Raffaele di Milano ha annunciato la possibilità di donare un chip per la visione artificiale Alpha IMS a un paziente completamente cieco.
« Questo chip di produzione tedesca (Retina Implant) – spiegano dalla struttura milanese – è un avveniristico sistema di visione bionica, in grado di ripristinare una minima visione a persone sprovviste di percezione luminosa. Si tratta del sistema di visione in assoluto più evoluto al mondo, dato che svincola il paziente da sistemi di visione esterni, come telecamere od occhiali: l’impianto, infatti, viene effettuato direttamente dentro l’occhio. È quindi con grande soddisfazione che proponiamo in anteprima, primo centro italiano, la donazione di esso».
In tal senso, quindi, è in corso, da parte del San Raffaele, una ricerca di persone idonee all’intervento, altamente scientifica, corretta e in sicurezza, per la quale sono stati fissati una serie di criteri di inclusione ed esclusione. (S.B.)

Per ogni contatto e ulteriore informazione o approfondimento: retina.artificiale@hsr.it.

Stampa questo articolo