In corsa per la solidarietà

La seconda edizione della “12H Cycling Marathon”, gara di durata in bicicletta sull’asfalto dell’Autodromo di Monza, la prima marcia non competitiva “Corri verso la solidarietà” di Botrugno (Lecce) e la “Run for Good”, corsa podistica di Torino, anch’essa non competitiva: saranno davvero numerose, nel prossimo fine settimana dell’11 e 12 giugno, le manifestazioni sportive che raccoglieranno fondi in favore di attività promosse da organizzazioni impegnate sul fronte sanitario e della disabilità

"12H Cycling Marathon 2015", Autodromo di Monza

Un’immagine dell’edizione 2015 della “12H Cycling Marathon”, gara di durata in bicicletta sull’Autodromo di Monza, che quest’anno parteciperà al programma di solidarietà “Pedale Solidale”, raccogliendo fondi in favore di alcune Associazioni impegnate sul fronte sanitario e della disabilità

Saranno almeno tre, nel prossimo weekend, le iniziative “in corsa per la solidarietà”, sulle due ruote della bicicletta, sulle gambe dei podisti, opure anche sulle ruote delle carrozzine di persone con disabilità motoria.
Innanzitutto la seconda edizione della 12H Cycling Marathon, gara di durata in bicicletta sull’asfalto dell’Autodromo di Monza, che prenderà il via sabato 11 alle 20.30, per concludersi alle 8.30 di domenica 12, dopo appunto dodici ore passate sui pedali.
Come già nell’edizione di esordio del 2015, che tanto successo aveva ottenuto, vi si potrà partecipare in solitaria oppure in squadre da due, quattro od otto persone (maschili, femminili o miste), dandosi il cambio a staffetta. La gara sarà aperta ad ogni persona che abbia superato i 16 anni di età e sia in possesso di un certificato medico per l’attività agonistica.
Ideata da Andrea Massimello e nata dall’intuizione dell’Associazione Night Riders Cycling Team, la 12H Cycling Marathon partecipa quest’anno al charity program Pedala Solidale, in collaborazione con Rete Del Dono, che vede coinvolti cinque progetti delle organizzazioni ADISCO Piemonte (Associazione Donatrici Italiane Sangue Cordone Ombelicale), ARISLA (Fondazione Italiana di Ricerca per la Sclerosi Laterale Amiotrofica), Wamba (Associazione operante nel settore dell’assistenza socio-sanitaria), Associazione Sportiva Dilettantistica Sport nel Cuore e Parent Project, Associazione di genitori di persone con distrofia muscolare di Duchenne e Becker, aderente alla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap).

Andranno invece a favore dell’Associazione I Colori del Vento e finanzieranno il Progetto NEMO, che prevede una serie di laboratori creativi per ragazzi con disabilità, i proventi di Corri verso la solidarietà, prima edizione di una marcia non competitiva su tre percorsi alternativi (2, 3 oppure 10 chilometri), in programma per sabato 11 giugno a Botrugno in provincia di Lecce, a cura del locale Movimento Civico ApertaMente.
Alla gara potranno partecipare senza problemi anche famiglie con passeggini e persone con disabilità in carrozzina.

Da ultima, ma non ultima, un’altra corsa podistica non competitiva, ovvero la Run for Good, che si terrà domenica 12 giugno al Parco Ruffini di Torino su 5,2 chilometri (corsa non competitiva) e 2 chilometri (fit walking), rivolta a runners e camminatori di tutte le età, su un percorso completamente senza barriere.
A promuovere la manifestazione sarà la Fondazione Paideia di Torino, alla quale andrà interamente il ricavato della stessa, per consentire di proseguire e ampliare le attività svolte da più di vent’anni in favore di famiglie con bambini in situazione di malattia o disabilità. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti:
° Monza: marketing@cyclingmarathon.com (Elisa Bernardi).
° Botrugno (Lecce): francesco_seme66@alice.it (Francesco Semeraro)
° Torino: mbuccino@glebb-metzger.it (Marco Buccino)

Stampa questo articolo