Marco Rasconi nuovo Presidente della UILDM

«Come i miei predecessori, condivido la passione e l’amore per la UILDM e sono pronto a sperimentarmi mettendoci tutta la mia testa, la mia esperienza, quello che ho acquisito in tanti anni di attività e lavoro concreti»: lo ha dichiarato Marco Rasconi, dopo essere stato eletto Presidente Nazionale della UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), succedendo a Luigi Querini

Marco Rasconi (foto di Paola Cominetta)

Il nuovo presidente nazionale della UILDM Marco Rasconi (foto di Paola Cominetta, tratta dal libro “Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare 50”, per gentile concessione)

37 anni, per molto tempo presidente o vicepresidente della UILDM di Milano, attualmente presidente di LEDHA Milano – la Lega per i Diritti delle Persone con Disabilità che costituisce la componente lombarda della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) – Marco Rasconi è il nuovo presidente nazionale della UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), Associazione cui è vicino sin da quando era adolescente. Succede nella carica a Luigi Querini, che lo affiancherà nel prossimo triennio in veste di vicepresidente.

«Sono emozionato ed entusiasta di questa grande opportunità», dichiara Rasconi, che aggiunge: «Sicuramente le figure che mi hanno preceduto in questo ruolo, da Franco Bomprezzi ed Enrico Lombardi a Luigi Querini, passando per i tre mandati di Alberto Fontana, solo per ricordare i più recenti, hanno un peso storico che mi lusinga. Il loro impegno, che per me rappresenta un esempio e che ha portato negli anni a una grande e costante crescita della nostra Associazione, è stato davvero enorme. Un impegno donato con la testa, con tanta forza e competenza, ma prima di tutto, ancora, con il cuore. Ecco, anch’io come loro condivido la passione e l’amore per la UILDM e sono pronto a sperimentarmi mettendoci tutta la mia testa, la mia esperienza, quello che ho acquisito in tanti anni di attività e lavoro concreti».
«Sono consapevole – conclude – che il lavoro che ci aspetta è impegnativo e presenta molte, bellissime sfide. Mi sento però sereno perché so di avere al mio fianco una Direzione Nazionale omogenea, che oltre a condividere il fatto di metterci sempre, e comunque, tanta testa, forza, passione e tutto il cuore, è al tempo stesso anche eterogenea per esperienze, formazione, età e realtà di provenienza. Mettendo tutto questo insieme, e tutti insieme, mi sento di dire che faremo davvero cose grandi per i nostri Soci e per tutta l’Associazione, per i più grandi, per quelli più giovani, ma soprattutto per i bambini».

Il vicepresidente, come detto, sarà Luigi Querini, mentre Alberto Fontana sarà il nuovo segretario, con la conferma di Antonella Vigna come tesoriera. La Direzione Nazionale è completata da Leonardo Baldinu, Matteo Falvo, Anna Mannara, Enzo Marcheschi e Stefania Pedroni.
«A tutti loro – come si legge in una nota diffusa dalla UILDM – l’intera nostra Associazione rivolge sentiti auguri di buon lavoro e di una costruttiva collaborazione, sia nei confronti delle 69 Sezioni locali UILDM, sia verso le tante e diverse organizzazioni, coordinamenti e federazioni con cui l’Associazione stessa lavora». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: uildmcomunicazione@uildm.it.

Stampa questo articolo