Progettare l’ambiente urbano

Sarà questo il tema dell’incontro in programma per il 7 luglio ad Asti, che dopo gli appuntamenti di Torino, Novara e Cuneo, concluderà il ciclo di workshop gratuiti intitolato “Dalle barriere architettoniche all’accessibilità dell’ambiente costruito”, organizzato dall’UICI Piemonte (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), con il supporto finanziario dell’ANCI Regionale e il supporto formativo dell’EnAIP e dell’IRIFOR Piemonte

Disegno raffigurante una cittàDopo gli appuntamenti di Torino, Novara e Cuneo, si concluderà domani, giovedì 7 luglio, ad Asti (Aula Magna del Polo Universitario di Asti, Piazzale Fabrizio De Andrè, ore 9.30), il ciclo di workshop gratuiti intitolato Dalle barriere architettoniche all’accessibilità dell’ambiente costruito, puntualmente seguito anche dal nostro giornale.
Tali iniziative, lo ricordiamo, sono state organizzate dall’UICI Piemonte (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), insieme alla FAND (Federazione tra le Associazioni Nazionali di Persone con Disabilità), con il sostegno finanziario dell’ANCI Piemonte (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e il supporto formativo dell’EnAIP Piemonte e dell’IRIFOR Piemonte (Istituto per la Ricerca, Formazione e Riabilitazione dell’UICI).

Tema, dunque, dell’incontro conclusivo sarà la Progettazione dell’ambiente urbano, con l’obiettivo naturalmente di sensibilizzare soprattutto i vari addetti ai lavori sul problema delle barriere architettoniche e dell’accessibilità. A condurre i lavori il professor Antonio Lauria dell’Università di Firenze, che si soffermerà in particolare sui PEBA (Piani per l’Eliminazione delle Barriere Architettoniche) e sui PAU (Piani per l’Accessibilità Urbana).
«I PEBA e i PAU – spiegano gli organizzatori del workshop – sono strumenti urbanistici finalizzati ad elevare i gradi di accessibilità di luoghi, beni e servizi collettivi esistenti. In particolare, i Piani per l’Accessibilità Urbana rappresentano la naturale evoluzione dei Piani per l’Eliminazione delle Barriere Architettoniche, resi obbligatori dalla Legge 41/86 (in relazione agli edifici pubblici esistenti), e dalla Legge 104/92 in relazione agli spazi urbani. Durante il seminario di Asti si presterà particolare attenzione alla descrizione di soluzioni atte a migliorare l’orientamento e la mobilità in àmbito urbano delle persone con gravi problemi di vista».

Per l’occasione porteranno i loro saluti i rappresentanti regionali e provinciali dell’UICI e Gianluca Forno, vicepresidente dell’ANCI Piemonte e sindaco di Baldichieri d’Asti. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: comunicazione@uicpiemonte.it.

Stampa questo articolo