Un Parco Braille in Friuli Venezia Giulia

Anche il Comune di Forni di Sopra (Udine) ha raccolto l’appello promosso a suo tempo dall’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) e rilanciato dall’ANCI (Associazione Nazionale Comune Italiani), di intitolare una via, una piazza o un parco a Louis Braille, per ricordare colui che inventando l’omonimo sistema di lettura e scrittura per persone non vedenti, indicò loro anche le vie della cultura. Il 17 luglio, infatti, nella città friulana verrà inaugurato proprio il Parco Louis Braille

Particolare di un busto dedicato a Louis Braille

Particolare di un busto dedicato a Louis Braille, che nel primo Ottocento inventò il sistema di scrittura e lettura per non vedenti che costituisce a tutt’oggi un unico e insostituibile mezzo per l’alfabetizzazione delle persone non vedenti

Nel mese di febbraio scorso – come avevamo raccontato a suo tempo – era stato il Comune di Cagliari a raccogliere l’appello promosso in occasione della Giornata Nazionale del Braille 2016 dall’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) e rilanciato dall’ANCI (Associazione Nazionale Comune Italiani), di intitolare una via, una piazza o un parco a Louis Braille, per ricordare colui che inventando l’omonimo sistema di lettura e scrittura per persone non vedenti, indicò loro anche le vie della cultura.
Ora anche il Comune friulano di Forni di Sopra, in provincia di Udine, procederà a questo passo, inaugurando appunto domenica 7 luglio (ore 11.30) un parco cittadino ed esattamente un’area di circa un chilometro quadrato con pineta e parco giochi per bambini.

«Il sistema Braille – sottolinea Mario Barbuto, presidente nazionale dell’UICI – ha rappresentato, e ancora oggi rappresenta, per tutti i ciechi nel mondo, la vera opportunità per accedere, al pari degli altri cittadini, all’istruzione, alla cultura, all’informazione. La modernità e l’efficacia del sistema, se mai ve ne fosse ancora bisogno, sono ulteriormente dimostrate dal suo impiego sempre più ampio nell’ambito delle tecnologie informatiche e digitali, dove oggi viene addirittura integrato sotto forma di tastiera virtuale, come mezzo di scrittura touchscreen».
«Vogliamo ringraziare il Comune di Forni di Sopra – dichiara Vincenzo Zoccano, componente della Direzione Nazionale dell’UICI e presidente della Consulta delle Associazioni di Persone con Disabilità e delle loro Famiglie del Friuli Venezia Giulia – per la sensibilità dimostrata nell’accogliere la nostra richiesta. All’ingresso del parco verrà anche posizionata una scultura lignea del busto di Braille, realizzata dall’artista Corrado Clerici, un’opera accessibile, che potrà essere toccata anche da chi non vede».
«Il Comune di Forni di Sopra – aggiunge Hubert Perfler, presidente regionale dell’UICI – ha per noi ciechi e ipovedenti un’importanza fondamentale, perché è proprio in questo posto che è nato lo sci per le persone con le disabilità visiva, rappresentando un altro traguardo raggiunto per l’emancipazione sportiva delle persone con disabilità visiva».

All’inaugurazione del 17 luglio saranno presenti, insieme ai citati Zoccano e Perfler, i componenti della Giunta Comunale e il sindaco di Forni di Sopra Lino Anziutti, oltre a Nicola Stilla, presidente del Club Italiano del Braille. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Chiara Giorgi (chiagiorgi@gmail.com).

Stampa questo articolo