Per battere l’incontinenza urinaria

Realizzato dalla SIUD (Società Italiana di Urodinamica), il portale Cura Incontinenza.it, attivo da qualche settimana, fornisce informazioni sull’incontinenza urinaria e aiuta le tante persone che ne soffrono a cercare, in modo semplice, centri specializzati cui rivolgersi per risolvere il problema, oltre a proporre un test di autodiagnosi e a rendere disponibile un contatto diretto con un esperto del settore

Ombra di uomo forografato di spalle. Sullo sfondo il mareÈ attivo da qualche settimana il portale Cura Incontinenza.it, realizzato dalla SIUD (Società Italiana di Urodinamica), per fornire informazioni sull’incontinenza urinaria e aiutare le persone che ne soffrono a cercare, in modo semplice, centri specializzati cui rivolgersi per risolvere il problema.
L’incontinenza urinaria – vale a dire la perdita involontaria di urina – colpisce molte più persone di quanto si pensi e sebbene la sua prevalenza sia maggiormente a carico della popolazione anziana e delle donne, tutte le fasce di età ne sono colpite, in entrambi i sessi.
Si tratta di un disturbo spesso inizialmente trascurato da molti, specie se di modesta entità, oppure non portato all’attenzione del medico per semplice vergogna. Purtroppo, nella maggior parte dei casi non guarisce spontaneamente e, se non affrontato subito e nel modo giusto, può peggiorare, con ripercussioni negative soprattutto sulla qualità della vita.
Navigando dunque su Cura Incontinenza.it, si possono facilmente capire le caratteristiche del problema, fare un test di autodiagnosi ed eventualmente conoscere i centri medici pubblici consigliati e come contattarli o raggiungerli. Si possono inoltre ascoltare, attraverso videofilmati, i consigli sulla patologia direttamente dalla voce dei principali specialisti del settore. Infine, per chiarire i dubbi sulla patologia è disponibile un contatto diretto con un esperto. (Barbara Erba)

Ricordiamo che su tutti i problemi legati all’incontinenza urinaria e fecale, è impegnata da anni nel nostro Paese la FINCOPP (Federazione Italiana Incontinenti e Disfunzioni del Pavimento Pelvico), aderente alla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap).

Stampa questo articolo