Il parcheggio di un Ospedale Pediatrico? No, uno “zoo” variopinto!

Certo, ha “giocato un po’”, la Fondazione Meyer, nell’allestire la nuova area di sosta dell’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze, ma lo ha fatto fino a un certo punto, dal momento che quello “zoo” variopinto recentemente allestito sembra proprio l’ideale per stemperare attraverso il gioco gli eventuali timori dei piccoli pazienti e anche per facilitare la vita dei loro genitori, oltreché dei dipendenti della struttura

Parcheggio dell'Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze, settembre 2016

Ad accogliere i piccoli pazienti dell’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze, c’è ora un parcheggio che è una sorta di “zoo” variopinto e pieno di animali

È una vera e propria rivoluzione all’insegna del colore, quella che ha cambiato il volto e l’organizzazione logistica del parcheggio dell’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze. Grazie infatti a una nuova cartellonistica, la grande area di sosta della struttura si è trasformata in una sorta di “zoo” variopinto e pieno di animali.
Ad accogliere i bimbi nel delicato momento dell’ingresso in ospedale, ci sono dunque coccodrilli, panda, pesciolini e giraffe, cosicché, attraverso il gioco, se ne possono stemperare eventuali timori.
Ma quegli animali sono utili anche ai grandi: adesso, infatti, ad invitare gli automobilisti a procedere con lentezza, ci pensano delle grandi lumache. E genitori e dipendenti del Meyer saranno facilitati nel ritrovare la macchina al momento dell’uscita.
A sostenere il progetto, sono stati la Fondazione Meyer con il contributo dell’Azienda Firenze Parcheggi. (R.R.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Ufficio Stampa Ospedale Pediatrico Meyer (Roberta Rezoalli), r.rezoalli@gmail.com.

Stampa questo articolo