Un vero calcio al buio

Iniziativa unica nel suo genere, l’Associazione Calcio Crema 1908, in collaborazione con l’UICI di Cremona, ha avviato la formazione di una squadra di calcio a 5 non vedenti, nell’àmbito del progetto denominato “Sportabilità”, che punta a favorire la coesione sociale attraverso la promozione e l’esercizio di attività ludico sportive e percorsi formativi e di educazione alla diversità. L’obiettivo è in primo luogo quello di dare a tutte le persone con disabilità visiva la possibilità di sperimentare la pratica del calcio non vedenti, a livello agonistico e non

Partita di calcio non vedenti

Una partita di calcio non vedenti

Iniziativa unica nel suo genere, l’Associazione Calcio Crema 1908 (Associazione Sportiva Dilettantisitica), in collaborazione con l’UICI di Cremona (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), ha avviato la formazione di una squadra di calcio a 5 non vedenti (categoria B1), nell’àmbito del progetto denominato Sportabilità, che punta a favorire la coesione sociale attraverso la promozione e l’esercizio di attività ludico sportive e percorsi formativi e di educazione alla diversità.
Già da questo mese di settembre, dunque, una volta ultimati i lavori di ristrutturazione del Centro Sportivo San Luigi, nel cuore di Crema, inizieranno le attività sul campo in una struttura completamente rinnovata e attrezzata per il calcio non vedenti.
«L’obiettivo iniziale – spiegano i promotori dell’iniziativa – è quello di dare a tutte le persone con disabilità visiva la possibilità di sperimentare la pratica sportiva del calcio non vedenti. Dopo un periodo di prova, chi vorrà continuare a livello agonistico avrà a disposizione due sessioni di allenamento a settimana e l’attività domenicale in cui si punta a organizzare un paio di partite amichevoli al mese o tornei con altre squadre. L’allenatore, supportato da assistenti qualificati, portieri vedenti e guide competenti, condurrà gli esercizi modulandoli sulle effettive capacità psicomotorie di ciascuno. La fascia di età per gli incontri ufficiali è dai 14 anni in avanti, ma anche i più giovani che volessero provare ad entrare in contatto con questo sport, sono i benvenuti e potranno praticare l’attività». (S.G.)

Ringraziamo per la segnalazione il Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti di Milano.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: UICI Cremona (uiccr@uiciechi.it).

Stampa questo articolo