Oggi respiro sott’acqua anch’io!

Si chiamerà così l’iniziativa promossa da DDI Italy, che il 15 settembre, in una piscina di Monza, vedrà venti ragazzi con varie disabilità sperimentare appunto l’emozione di respirare sott’acqua, vivendo un’esperienza che, all’insegna del gioco e del divertimento, farà imparar loro come indossare una muta, utilizzare le attrezzature e ascoltare il proprio respiro, nel silenzio e nella pace che li avvolgerà

Iniziativa di subacquea aperta alle persone con disabilità, promossa da DDI Italy

Un’iniziativa di subacquea promossa da DDI Italy e aperta alle persone con disabilità

Per la prima volta, giovedì 15 settembre a Monza (Piscina Pia Grande – Sport Management, Via Augusto Murri, 37, ore 18.21), venti ragazzi con varie disabilità sperimenteranno l’emozione di respirare sott’acqua, vivendo un’esperienza che, all’insegna del gioco e del divertimento, farà imparar loro come indossare una muta, utilizzare le attrezzature e ascoltare il proprio respiro, nel silenzio e nella pace che li avvolgerà. «Muovendosi liberamente – sottolineano i promotori dell’iniziativa – proveranno la strana e magica sensazione di volare, in modo unico e irripetibile».

A organizzare l’evento – denominato appunto Oggi respiro sott’acqua anch’io! – è stata DDI Italy, componente nazionale di DDI (Disabled Divers International), organizzazione non profit internazionale impegnata nella formazione alle discipline subacquee per persone con disabilità.
DDI Italy – sulle cui iniziative abbiamo già dato spazio qualche mese fa, con la bella testimonianza di Valeria di cui suggeriamo la lettura – è nata esattamente nel 2010, anch’essa con l’obiettivo di trasmettere la cultura e la passione per il mare, perseguendo l’ideale che la subacquea sia davvero un’attività sportiva-ricreativa alla portata di tutti, anche di persone con disabilità fisiche, sensoriali e mentali.

Il 15 settembre a Monza verranno coinvolti i giovani dell’Associazione ATLHA di Milano (Tempo Libero per l’Integrazione dei Disabili) e dell’agenzia australiana Interchange Outer East, attualmente in Italia per il tradizionale progetto di interscambio culturale MELMI: un Ponte Italia-Australia (ove l’acronimo MELMI sta per Melbourne Milano). (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@ddivers.it.

Stampa questo articolo