Cinema accessibile: le proposte veneziane

Partirà il 27 settembre a Mestre-Venezia, con “Suite francese”, la rassegna “Cinema senza Barriere®”, basata sulla proiezione di film sottotitolati per persone non udenti e audiodescritti per persone non vedenti, che dopo i successi di Milano, Roma e Bari, è stata portata nella città lagunare per volontà del Servizio Città per Tutti del Comune di Venezia. Presentiamo il calendario dei primi quattro film

Scena dal film "Suite francese"

Una scena del film “Suite francese”, che il 27 settembre verrà proiettato a Mestre, nell’àmbito della rassegna “Cinema senza Barriere®”

Come avevamo segnalato la scorsa settimana, sta per arrivare anche a Venezia, ed esattamente al Centro Culturale Candiani di Mestre (Piazzale Candiani, 7), Cinema senza Barriere®, il progetto di cinema accessibile a tutti, ideato dall’AIACE di Milano (Associazione Italiana Amici Cinema d’Essai), con la collaborazione dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) e dell’ENS di Milano (Ente Nazionale Sordi), oltreché con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, iniziativa articolatasi su rassegne di crescente successo a Milano, a Roma e anche a Bari.
A portare in laguna la rassegna – basata sulla proiezione di film sottotitolati per persone non udenti e audiodescritti per persone non vedenti – è stato il Servizio Città per Tutti del Comune di Venezia, in collaborazione con AIACE e con il Centro Culturale Candiani di Mestre, e ora è disponibile il calendario delle prime proiezioni (tutte alle ore 18), a partire da quella di martedì 27 settembre, che prevede Suite francese di Saul Dibb (prenotazioni entro il 23 settembre, necessarie specie in riferimento alle cuffie per persone non vedenti). Si proseguirà quindi venerdì 28 ottobre, con È arrivata mia figlia di Anna Muylaert (prenotazioni dal 3 al 21 ottobre); giovedì 17 novembre, con Dio esiste e vive a Bruxelles di Jaco Van Dormael (prenotazioni dal 24 ottobre all’11 novembre); sabato 3 dicembre, con The Imitation Game di Morten Tyldum. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: cittapertutti@comune.venezia.it.

Stampa questo articolo