Il volontariato toscano e le persone con disabilità

A precedere la quinta Conferenza Nazionale sulle Politiche della Disabilità, in programma domani e dopodomani, 16 e 17 settembre, a Firenze, vi è oggi, 15 settembre, sempre nel capoluogo toscano, un ulteriore importante appuntamento, vale a dire la seconda Conferenza Regionale sulla Disabilità, denominata “Toscana accessibile”. Per l’occasione, il Cesvot (Centro Servizi Volontariato Toscana) propone un approfondimento con dati e numeri sull’impegno del volontariato toscano a sostegno delle persone con disabilità

Logo della seconda Conferenza Regionale sulla Disabilità della Toscana, Firenze, 15 settembre 2016A precedere la quinta Conferenza Nazionale sulle Politiche della Disabilità – di cui riferiamo ampiamente in altre parti del giornale – che si svolgerà domani e dopodomani, 16 e 17 settembre, a Firenze, vi è oggi, 15 settembre, sempre nel capoluogo toscano, un ulteriore importante appuntamento, vale a dire la seconda Conferenza Regionale sulla Disabilità, denominata Toscana accessibile.
Per l’occasione, il Cesvot (Centro Servizi Volontariato Toscana) propone un interessante approfondimento con dati e numeri sull’impegno del volontariato toscano a sostegno delle persone con disabilità, di cui suggeriamo senz’altro la consultazione.
«Tante – vi si legge tra l’altro – sono le attività e i servizi che ogni giorno promuovono le Associazioni in Toscana, Regione dove si contano circa 200.000 persone con disabilità: dall’integrazione sociale a quella lavorativa, dal trasporto sociale al “dopo di noi”, dall’assistenza domiciliare all’accessibilità». (S.G.)

Qui il link all’approfondimento curato dal Cesvot, di cui si parla nella presente nota. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: comunicazione@cesvot.it.

Stampa questo articolo