Conoscere la sclerosi sistemica e le sue conseguenze

Proseguono con regolarità le iniziative promosse dall’AILS (Associazione Italiana Lotta alla Sclerodermia), all’insegna dell’informazione e della sensibilizzazione sulla sclerosi sistemica, grave malattia cronica e progressiva, ben nota anche come sclerodermia: il 30 settembre, infatti, è in programma a Verona l’ormai tradizionale incontro tra medici e pazienti, mentre il 3 ottobre a Milano verrà presentato l’opuscolo “Conoscere le ulcere sclerodermiche”, utile guida per i malati contro un’importante complicanza della patologia

Ines Benedetti

Ines Benedetti, presidente dell’AILS (Associazione Italiana Lotta alla Sclerodermia)

Proseguono con regolarità le iniziative promosse dall’AILS (Associazione Italiana Lotta alla Sclerodermia), all’insegna dell’informazione e della sensibilizzazione sulla sclerosi sistemica, grave malattia cronica e progressiva, ben nota anche come sclerodermia, la cui origine non è ancora del tutto chiara, anche se il meccanismo che la causa è certamente di tipo autoimmune, dovuto cioè a un vero e proprio “impazzimento” del sistema immunitario, che attacca i tessuti sani della persona, con conseguenze potenzialmente devastanti. Oltre alla cute, infatti, vengono colpiti organi vitali quali il cuore, i polmoni, i reni e l’intero apparato gastrointestinale. Le lesioni della pelle sono quindi solo l’aspetto esteriore e più evidente della gravità di una patologia che di fatto riguarda tutto l’organismo.

I prossimi due appuntamenti voluti dall’AILS sono dunque in programma per venerdì 30 settembre a Verona (Policlinico G.B. Rossi Borgo Roma, Piazzale L.A. Scuro, 10, ore 13.30), con l’ormai tradizionale incontro tra medici e pazienti, giunto alla sua quinta edizione e basato questa volta su alcuni interventi che tratteranno nello specifico alcuni fondamentali aspetti legati alla multidisciplinarietà della patologia, introdotti da Claudio Lunardi dell’Università di Verona.
Lunedì 3 ottobre, poi, presso il Salone di Banca Prossima a Milano (Largo Belotti, 1, ore 15), in collaborazione con la “Scleroderma Clinic” dell’Ospedale Gaetano Pini, è prevista la presentazione dell’opuscolo Conoscere le ulcere sclerodermiche – che verrà distribuito gratuitamente ai presenti – utile guida per i malati contro un’importante complicanza della sclerosi sistemica, per la quale oggi arriva una speranza dall’innovativa metodica del Lipofilling. (S.B.)

È disponibile il programma completo dell’incontro del 30 settembre a Verona. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: ails@tiscali.it.

Stampa questo articolo