Disagio mentale: nuovi percorsi e soluzioni abitative

Descrivere e analizzare l’efficacia di soluzioni abitative quali le convivenze protette, nate nell’esperienza di nuovi percorsi di assistenza, per contribuire a realizzare nella Regione Lazio un modello residenziale e di assistenza più efficace e meno costoso delle cliniche e degli istituti: è questo l’obiettivo del convegno “Nuovi percorsi e soluzioni abitative per persone con disagio mentale”, in programma per il 10 novembre a Roma, a cura della Comunità di Sant’Egidio, in collaborazione con l’ASL Roma 4 e con il Dipartimento di Salute Mentale dell’Azienda Sanitaria di Trieste

Vincent Van Gogh, "Sulla soglia dell'eternità", 1890 (particolare)

Vincent Van Gogh, “Sulla soglia dell’eternità”, 1890 (particolare)

È organizzato dalla Comunità di Sant’Egidio, in collaborazione con l’ASL Roma 4 e con il Dipartimento di Salute Mentale dell’Azienda Sanitaria di Trieste, il convegno intitolato Nuovi percorsi e soluzioni abitative per persone con disagio mentale (responsabile scientifico Massimo Magnano San Lio, dirigente medico della Comunità di Sant’Egidio), in programma per giovedì 10 novembre a Roma (Sala Benedetto XIII dell’Ospedale San Gallicano, ore 8.45-17).

«L’obiettivo di questo incontro – spiegano i promotori – è quello di descrivere e analizzare l’efficacia di soluzioni abitative, quali le convivenze protette, nate nell’esperienza di nuovi percorsi di assistenza. Esse, infatti, possono contribuire a realizzare nella Regione Lazio un modello residenziale e di assistenza più efficace e meno costoso delle cliniche e degli istituti». (S.G.)

È disponibile il programma completo del convegno. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Segreteria Organizzativa (v.scelzo@gmail.com).

Stampa questo articolo