Diritti umani e inclusione: una settimana di eventi a Cagliari

Al centro la nota mostra itinerante “Diritti accessibili. La partecipazione delle persone con disabilità per uno sviluppo inclusivo”, ma anche un importante convegno e altri incontri e seminari: è stata inaugurata proprio oggi, 22 novembre, a Cagliari, a cura dell’AIFO (Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau) e dell’Ateneo locale, una settimana tutta dedicata alla promozione dei diritti umani e dell’inclusione delle persone con disabilità in Italia e all’Estero, in vista della Giornata Internazionale dei Diritti delle Persone con Disabilità del 3 dicembre

Immagine tratta dalla mostra "Diritti accessibili"

Un’immagine tratta dalla mostra “Diritti accessibili. La partecipazione delle persone con disabilità per uno sviluppo inclusivo”

Proprio nella mattinata di oggi è stata inaugurata a Cagliari una settimana dedicata alla promozione dei diritti umani e dell’inclusione delle persone con disabilità in Italia e all’Estero, in vista della Giornata Internazionale dei Diritti delle Persone con Disabilità del 3 dicembre, iniziativa voluta, come spiegano i promotori, «per ricordare e approfondire i princìpi base di una umana convivenza che valorizzi la dignità di ogni persona, perché diventino sempre più cultura consolidata e realizzazione sociale nella vita di ogni giorno».
A organizzare il tutto è stata l’AIFO (Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau), in collaborazione con il Dipartimento di Giurisprudenza della Facoltà di Scienze Economiche, Giuridiche e Politiche dell’Università di Cagliari e con il SIA (Servizi per l’Inclusione e l’Apprendimento) del medesimo Ateneo.

Al centro delle varie iniziative, vi è la mostra itinerante Diritti accessibili. La partecipazione delle persone con disabilità per uno sviluppo inclusivo, di cui il nostro giornale si è già ampiamente occupato in varie occasioni (se ne legga anche nel box in calce), inaugurata appunto nella mattinata di oggi presso la MEM (Mediateca del Mediterraneo) di Cagliari (Via Mameli, 164), con un recital in parole e musica di Laura Pisano (accompagnata dal musicista Sergio Matta), docente di Storia del Giornalismo all’Università di Cagliari, impegnata in un racconto con parole e musica, dedicato alle canzoni popolari e d’autore che hanno posto al centro della loro poetica il tema dell’esclusione sociale.
Diritti accessibili sarà poi visitabile fino al 30 novembre e sono previste anche visite guidate per le scuole.

Altro importante appuntamento il convegno Diritto all’educazione inclusiva e buone prassi, in programma domani, 23 novembre (Aula Magna della Facoltà di Scienze Economiche, Giuridiche e Politiche dell’Università di Cagliari, ore 15.30-20), con la partecipazione di autorevoli esperti del settore provenienti dal mondo istituzionale, accademico e associativo anche dall’estero, a partire da Giampiero Griffo, presidente della RIDS (Rete Italiana Disabilità e Sviluppo) e componente del Consiglio Mondiale di DPI (Disabled Peoples’ International).
Altri interessanti seminari, infine, sempre sul tema dei diritti e sempre presso la Facoltà di Scienze Economiche, Giuridiche e Politiche dell’Università di Cagliari, si terranno da oggi, 22 novembre, a giovedì 24. (S.B.)

È disponibile il programma completo del convegno del 23 novembre. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: convegnoinclusione2016@gmail.com.

Diritti accessibili. La partecipazione delle persone con disabilità per uno sviluppo inclusivo
Accessibilità, educazione inclusiva, emergenza, promozione dei diritti e formazione, sviluppo inclusivo su base comunitaria: sono queste le aree tematiche fondamentali, per realizzare uno sviluppo realmente inclusivo ed è su di esse che si basa la mostra denominata Diritti accessibili. La partecipazione delle persone con disabilità per uno sviluppo inclusivo.
Divisa in un Modulo fotografico e in un Modulo video, la mostravisitabile anche online (formato .pdf) – è promossa dalla Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, insieme alla RIDS (Rete Italiana Disabilità e Sviluppo), alleanza strategica avviata nel 2011 da EducAid, AIFO (Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau), DPI Italia (Disabled Peoples’ International) e FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), ovvero da organizzazioni che da un lato si occupano di cooperazione allo sviluppo, dall’altro di persone con disabilità, allo scopo di realizzare iniziative di informazione, formazione e consulenza in Italia e a livello internazionale, riconoscendo i rispettivi saperi e capacità e valorizzando in tal modo l’esperienza di progetti basati sul rispetto dei diritti umani delle stesse persone con disabilità, in linea con i princìpi della Convenzione ONU.

Stampa questo articolo