Per continuare a guardare “Attraverso lo specchio”

Non può e non deve chiudere una bella esperienza come quella della Cooperativa Sociale Integrata Matrioska, che negli ultimi anni è stata promotrice, tra l’altro, di un vero e proprio “varietà sociale” televisivo, che tanto successo ha ottenuto, quale “Attraverso lo specchio”. Per scongiurare questo rischio, nella serata di oggi, 24 novembre, a Roma, la televisione “si farà teatro”, durante un grande show animato da noti personaggi, che merita la maggiore visibilità possibile. Perché anche «Superando.it» si augura di poter continuare a guardare “Attraverso lo specchio” insieme a Matrioska

Locandina di evento teatrale per "Attraverso lo specchio", Roma, 24 novembre 2016Dopo ben 50 puntate e oltre 70 ore di diretta, con musica dal vivo, ospiti della cultura, dello spettacolo e del sociale, curiose rubriche con grandi personaggi, la televisione diventerà per una sera teatro: è quanto accadrà questa sera, 24 novembre, all’Orione di Roma (Via Tortona, 7, ore 20.30), in un evento a sostegno della sopravvivenza della Cooperativa Sociale Integrata Matrioska. «Sarà una festa di musica e comicità – si legge nella presentazione -, in cui la partecipazione e la con-divisione nella reciprocità diventerà il presupposto, come già nella trasmissione televisiva, per un’ipotesi di ri-fondazione di una nuova Comunità aperta e solidale».

Anche «Superando.it» ha avuto modo di occuparsi più volte di Attraverso lo specchio – questo il nome della trasmissione televisiva di cui si parla – andata in onda esattamente dal 14 febbraio 2013 al 16 marzo 2016 sul circuito regionale del Lazio, ma anche nazionale e satellitare di Gold Tv Italia, inserendosi in un più ampio progetto di sviluppo imprenditoriale di cooperazione sociale integrata e sostenibile, di animazione di comunità e di creazione di spazi reali e virtuali di incontro, oltreché di costruzione di un laboratorio permanente delle diversità sul territorio, con l’ambizione di diventare uno dei primi veri varietà sociali della televisione italiana.
Dietro a questa bella esperienza, vi è la citata Cooperativa Sociale Integrata Matrioska di Roma, nata nel 2006 da un progetto di start-up, gruppo già noto per le sue sperimentazioni teatrali e cinematografiche, in cui l’occhio “diverso” di giovani bielorussi con esperienze di orfanotrofi, manicomi e strada si era miscelato con il divertimento dell’inclusione sociale, culturale e lavorativa, in reciprocità con persone italiane, giovani e meno giovani, con e senza disabilità.
Tutto ciò, però, dopo dieci anni di intensa progettualità sperimentale e innovativa, rischia ora di chiudere i battenti, con i soci bielorussi che rischieranno conseguentemente di perdere il permesso di soggiorno.
Per evitarlo, è nata appunto l’idea della serata al Teatro Orione di Roma che, come spiegano da Matrioska, «condurrà il pubblico in un viaggio surreale tra passato e presente, all’interno dei ricordi di un internato bielorusso fino alle guerre di tutti i tempi, dal superamento dello specchio dell’istituzionalizzazione psichiatrica alla deriva dei clandestini in mare, dalle violenze all’infanzia alla voglia di integrarsi e di incontrare gli altri diversi da noi. In tale contesto, che abbiamo già efficacemente sperimentato in televisione, tanti personaggi, apparentemente strampalati, si muoveranno in mondi virtuali, in cui si confonderanno il reale e l’immaginario, alla ricerca di una’Identità, nella deflagrazione tecnologica delle mille identità possibili. Tanti personaggi che vagheranno sul palco, interrompendo, irrompendo e interagendo con gli ospiti istituzionali, gli artisti, gli scrittori e la gente comune, che una strana coppia di presentatori/conduttori – Andrea Venuto, il noto giornalista su sedia a ruote e respiratore annesso e connesso, insieme a Giovanni Sansone, animatore culturale e responsabile di servizi sociali, prolisso nel fisico, nel gesto e nella parola – proverà a incontrare e a intervistare».

Gli attori Maria Grazia Cucinotta e Danilo Reschigna, la dirigente del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Stefania Congia, il responsabile dell’immigrazione per Italia Lavoro Rodolfo Giorgetti, il presidente della Comunità di Capodarco Augusto Battaglia, lo scrittore e regista Umberto Lucarelli: sono solo alcuni dei personaggi che si alterneranno sul palcoscenico durante la serata, che prevede tra l’altro anche un collegamento via skype con i giovani del Progetto Pinocchio – Casa delle Arti e dei Mestieri per giovani con disabilità psichica in Bielorussia dell’Associazione Volontari Il Cavallo Bianco. Suoneranno inoltre dal vivo Luca Pirozzi e Musica da Ripostiglio ed Emanuele Bocci.
Un grande show che merita la maggiore visibilità possibile, perché anche il nostro giornale si augura di poter continuare a guardare Attraverso lo specchio insieme a Matrioska. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: matrioska20102011@libero.it.

Stampa questo articolo