Utilizzare smartphone e tablet quando la vista non c’è

Utilizzare strumenti come lo smartphone o il tablet, quando la vista non c’è o è gravemente compromessa, è oggi possibile grazie alle tecnologie assistive. Ma per imparare rapidamente e facilmente a utilizzarle, può essere utile seguire i consigli di un “esperto”, come accadrà il 26 novembre e il 3 dicembre a Modena, durante un corso proposto dalla sede locale dell’IRIFOR, l’Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) e dalla Sezione di Modena della stessa UICI

Donna con disabilità visiva che usa uno smartphone

Una donna con disabilità visiva che usa uno smartphone

«Telefonare, mandare SMS, conversare in chat, scrivere e-mail e farsi sentire sui social network, navigare in internet utilizzando lo smartphone o il tablet, quando la vista non c’è o è gravemente compromessa: oggi è possibile grazie alle tecnologie assistive inserite in automatico nei dispositivi Apple. Ma per imparare rapidamente e facilmente a utilizzare tutte le funzionalità che rendono iPhone e iPad strumenti utili all’autonomia delle persone cieche e ipovedenti, può essere utile seguire i consigli di un “esperto”».

Viene presentato così il corso proposto a Modena (sede UICI, Via Don Milani, 54) dalla sede locale dell’IRIFOR, l’Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) e dalla Sezione di Modena della stessa UICI, articolandosi su due incontri successivi, in programma per sabato 26 novembre (ore 14.30-18.30) e sabato 3 dicembre (ore 9.13).

Ad aiutare i partecipanti sarà Vainer Broccoli, persona non vedente impegnata da anni nella conduzione di corsi di informatica per disabili visivi e utente esperto delle tecnologie assistive in ambiente Windows e IOS. (S.G.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: uicmo@uiciechi.it.

Stampa questo articolo