Grado, il paese delle persone

Perseguire precisi obiettivi in termini di miglioramento dell’accessibilità urbana, di mobilità sostenibile, di tutela dalle varie forme d’inquinamento, di valorizzazione del verde pubblico, delle aree pedonali e dei percorsi ciclabili, per far sì che Grado (Gorizia) diventi un esempio virtuoso di valorizzazione della qualità ambientale, una località all’avanguardia, per il benessere dei residenti e degli ospiti. Se ne parlerà il 28 novembre nella località sull’Alto Adriatico, durante il convegno intitolato “Grado il paese delle persone – Il benessere ambientale per vivere meglio”

Grado (Gorizia), panorama

Una bella immagine panoramica di Grado, località sull’Alto Adriatico, in provincia di Gorizia

«Questo incontro – spiegano Michele Franz e Paola Pascoli dello staff del CRIBA FVG (già Centro Regionale d’Informazione sulle Barriere Architettoniche e oggi Centro Regionale d’Informazione sul Benessere Ambientale del Friuli Venezia Giulia) deriva dalla volontà della nuova Amministrazione Comunale di Grado di perseguire precisi obiettivi in termini di miglioramento dell’accessibilità urbana, di mobilità sostenibile, di tutela dalle varie forme d’inquinamento, di valorizzazione delle aree di verde pubblico, delle aree pedonali e dei percorsi ciclabili. L’obiettivo è fare in modo che l’isola di Grado, in virtù delle sue peculiarità territoriali e della vocazione curativa-termale, possa diventare un esempio virtuoso di buone prassi che valorizzino la qualità ambientale, rendendola una località all’avanguardia in termini di benessere a beneficio dei residenti e degli ospiti».
L’incontro di cui si parla è il convegno intitolato Grado il paese delle persone – Il benessere ambientale per vivere meglio, promosso dal Comune di Grado (Gorizia), in collaborazione con CERPA Italia (Centro Europeo di Ricerca e Promozione dell’Accessibilità) e con il CRIBA FVG, per lunedì 28 novembre, presso la Sala Lido dell’Hotel Astoria di Grado (Largo San Grisogono, 3, ore 15.30). Hanno partecipato anche la Regione Friuli Venezia Giulia, la Consulta Regionale delle Associazioni di Persone con Disabilità e delle loro Famiglie, Federsanità ANCI FVG (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e la Società GIT (Grado Impianti Turistici).

Dopo i saluti istituzionali e l’introduzione ai lavori, il programma della giornata prevede cinque interventi dedicati alle valenze del territorio, alla vivibilità per il cittadino e alla pianificazione urbana.
Tra gli altri parteciperanno Valeria Tatano, docente di Tecnologia dell’Architettura presso lo IUAV (Istituto Universitario di Archiettura Venezia), sul tema della sostenibilità ambientale, l’architetta Piera Nobili, vicepresidente di CERPA Italia, rispetto alla progettazione inclusiva, e Mariagrazia Santoro, assessore alle Infrastrutture e al Territorio della Regione Friuli Venezia Giulia, che si soffermerà su alcune Linee Guida Regionali in àmbito di vivibilità per il cittadino e per il territorio. (S.B.)

Ringraziamo per la collaborazione il CRIBA FVG e CERPA Italia.

È disponibile il programma completo del convegno. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: criba@criba-fvg.it; comunicazione@cerpa.org.

Stampa questo articolo