Integrare l’offerta formativa delle scuole, all’insegna dell’inclusione

Rinnovare le intese con Associazioni e rappresentanti della cittadinanza attiva che per anni si sono fatti portavoce e laboriosi promotori di una didattica inclusiva all’interno di alcuni dei quartieri più svantaggiati del territorio palermitano: è stato questo lo scopo di un incontro tenutosi con le scuole della II Circoscrizione di Palermo, iniziativa svoltasi per il quarto anno consecutivo, che ha visto in prima fila l’ARIS (Associazione Retinopatici ed Ipovedenti Siciliani), l’AVOFID (Associazione Volontariato Famiglie Italiane Disabili), NutriSicilia e Imago Music Academy

Alunni in classeRinnovare le intese con Associazioni e rappresentanti della cittadinanza attiva che per anni si sono fatti portavoce e laboriosi promotori di una didattica inclusiva all’interno di alcuni dei quartieri più svantaggiati del territorio palermitano: è stato questo lo scopo dell’incontro tenutosi presso il Lavatoio Comunale di Via Germanese a Palermo, con le scuole della II Circoscrizione, iniziativa che si è svolta per il quarto anno consecutivo.
In prima fila tra le Associazioni protagoniste dell’iniziativa l’ARIS (Associazione Retinopatici ed Ipovedenti Siciliani), che già da molti anni realizza nelle scuole screening oftalmologici preventivi, l’AVOFID (Associazione Volontariato Famiglie Italiane Disabili), attiva sia in funzione di una maggiore sensibilizzazione rispetto alle problematiche legate alla disabilità, sia di una sempre più efficace e funzionale integrazione dei ragazzi con disabilità nelle attività svolte con i loro coetanei, NutriSicilia, promotrice di un sano stile alimentare spesso sconosciuto da bambini e adolescenti e Imago Music Academy, innovativa realtà formativa che con lo strumento della musica riesce ad attirare e a coinvolgere un gran numero di ragazzi.
«Da quattro anni – spiegano dall’ARIS – si riesce a integrare l’offerta formativa delle scuole del territorio, grazie a visite gratuite, convegni, laboratori, incontri e attività di vario genere, che rendono più efficace e sano il rapporto tra quartiere e territorio, tra ragazzi e comunità. Sono infatti queste le iniziative di cui soprattutto determinate Circoscrizioni hanno bisogno, segni chiari di attiva collaborazione tra Istituzioni, Scuola e Associazioni, quale risorsa fondamentale e molto proficua». (S.G.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: redazionenewsletter2015@gmail.com (Rosy Gugliotta).

Stampa questo articolo