Buona musica per la Fondazione Mantovani Castorina

È in programma per il 2 dicembre a Milano, alla vigilia della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, un concerto di Paolo Nulli, virtuoso del pianoforte (e anche della chirurgia), in favore della Fondazione Mantovani Castorina, nata per volontà di un gruppo di genitori di persone con disabilità grave, insieme a medici e professionisti, che hanno deciso di mettere in campo le loro esperienze, competenze e forze, con l’obiettivo di affrontare in modo nuovo la visione della disabilità grave

Locandina del concerto di Paolo Nulli per la Fondazione Mantovani Castorina, Milano, 2 dicembre 2016«Un pianoforte a coda, un virtuoso della musica (e anche della chirurgia), una location d’eccezione e un’importante missione da sostenere, quella della Fondazione Mantovani Castorina: regalare cioè un presente e un futuro migliore a tante persone con disabilità grave e gravissima e alle loro famiglie».
Viene presentata così la serata in programma per venerdì 2 dicembre presso la Sala Liberty del Circolo Filologico Milanese (Via Clerici, 10, Milano, ore 21), che vedrà esibirsi sul palco il musicista e chirurgo plastico Paolo Nulli, in un concerto per pianoforte, a sostegno, come detto, delle iniziative Fondazione Mantovani Castorina, alla vigilia della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità del 3 Dicembre.

Durante l’evento – che sarà un’occasione particolarmente utile per riflettere sul diritto alla cultura e al tempo libero per tutti, così come sancito dalla Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità – i rappresentanti della Fondazione illustreranno anche il loro progetto di sostegno all’adeguamento del Circolo Filologico Milanese, perché i suoi spazi possano essere aperti a tutte le persone con disabilità.

Attiva nei confronti delle persone con grave disabilità intellettiva e neuromotoria, la Fondazione Mantovani Castorina è nata a Milano per volontà di un gruppo di genitori di persone con disabilità grave, insieme a medici e professionisti, che hanno deciso di mettere in campo le loro esperienze, competenze e forze, con l’obiettivo di affrontare in modo nuovo la visione della disabilità grave.
Ne è presidente onorario una “firma” nota anche ai Lettori del nostro giornale, vale a dire Antonio Giuseppe Malafarina, uno dei componenti dello staff di InVisibili, il blog del «Corriere della Sera.it» dedicato alla disabilità. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: francesca.naboni@gmail.com; segreteria@fmc-onlus.org.

Stampa questo articolo