Il nuovo Centro dell’ANFFAS di Cagliari

Accoglierà persone giovani e adulte con disabilità intellettiva e/o relazionale, nel Centro Diurno di Riabilitazione Socio-Sanitaria (capacità di trenta posti) e nel Centro Residenziale costituito da tre moduli abitativi, che potrà garantire a quindici persone percorsi per il “Durante-Dopo di Noi”, con la realizzazione di progetti finalizzati alla vita adulta anche al di fuori della famiglia: sono queste le caratteristiche del Centro ANFFAS Residenziale e Diurno Elisabetta Nannini Falchi di Selargius, nei pressi di Cagliari, struttura polifunzionale che verrà inaugurata il 6 dicembre

Attività di danza-teatro con persone dell'ANFFAS di Cagliari

Attività di danza-teatro con persone dell’ANFFAS di Cagliari

Accoglierà persone giovani e adulte con disabilità intellettiva e/o relazionale, nel Centro Diurno di Riabilitazione Socio-Sanitaria (capacità di trenta posti) e nel Centro Residenziale costituito da tre moduli abitativi, che potrà garantire a quindici persone percorsi per il “Durante-Dopo di Noi”, con la realizzazione di progetti finalizzati alla vita adulta anche al di fuori della famiglia.
Sono queste le caratteristiche del Centro ANFFAS Residenziale e Diurno Elisabetta Nannini Falchi di Selargius, nei pressi di Cagliari (Via Praga), struttura polifunzionale intitolata a colei che per tanti anni fu presidente dell’ANFFAS, sia a livello regionale che nazionale, e che verrà inaugurata martedì 6 dicembre (ore 11).

«Con questo Centro – spiegano dall’ANFFAS di Cagliari (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale) -, intendiamo offrire accompagnamento e sostegno in ogni contesto di vita non solo alle persone con disabilità, ma anche alla comunità, affinché diventi realmente inclusiva. In tal modo, infatti, intendiamo rispondere in maniera sempre più appropriata alle esigenze delle persone con disabilità intellettiva e dei loro familiari, potendo contare su strutture adeguate e di proprietà in cui organizzare servizi e attività integrate nel contesto comunitario, a favore di un sistema di welfare che generi opportunità, legami e reti tra le persone. L’iniziativa, per altro, si inquadra nell’impegno protratto negli anni dalla nostra Associazione a tutela dei diritti delle persone con disabilità, per rendere concreti i princìpi di pari opportunità, non discriminazione e inclusione sociale».
In tal senso va ricordato che l’ANFFAS opera nel territorio di Cagliari dal 1962 ed eroga oggi, a favore di 280 persone, servizi socio-sanitari abilitativi-riabilitativi, educativi, di formazione al lavoro, di consulenza e sostegno alle persone e alle famiglie, con l’obiettivo di migliorare la qualità di vita, favorire lo sviluppo delle competenze verso l’autonomia e la piena inclusione sociale.

All’inaugurazione del 6 dicembre saranno presenti Rita Angela Pitzalis, presidente dell’ANFFAS di Cagliari, Roberto Speziale, presidente dell’ANFFAS Nazionale, Gianfranco Cappai, sindaco di Selargius, Luigi Arru, assessore regionale alla Sanità, Gianluca Cadeddu, direttore generale del Centro Regionale di Programmazione e Paola Del Fabro per il Fondo Jessica Sardegna.
Da segnalare infine che nel corso dell’inaugurazione, i partecipanti al Progetto dell’ANFFAS Noi per l’arte presenteranno gli scavi archeologici effettuati nell’area in cui sorge il nuovo Centro. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Elisabetta Mossa (Area Comunicazione e Rapporti con le Famiglie, ANFFAS di Cagliari), area.comunicazione@anffassardegna.it.

Stampa questo articolo