Una giornata tutta sul lavoro, con il 9° Premio Flavio Cocanari

Una giornata tutta dedicata al tema “Disabilità e lavoro”, a dieci anni esatti dall’approvazione della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, sarà quella promossa per il 13 dicembre a Roma dal Sindacato CISL, che culminerà con la consegna all’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) del 9° Premio Flavio Cocanari, riconoscimento intitolato a colui che nella CISL fu per molti anni responsabile delle politiche sulla disabilità

Flavio Cocanari

Flavio Cocanari, che fu per anni responsabile del Dipartimento Handicap della CISL

Sarà suddiviso in tre parti principali e culminerà con la consegna del 9° Premio Flavio Cocanari, l’evento promosso per il 13 dicembre a Roma (Salone Luigi Macario della FNP-Federazione Nazionale Pensionati CISL, ore 9.30) dalla CISL.
Si comincerà infatti con una prima sessione di taglio per lo più internazionale (Disabilità e lavoro, alla prova dei diritti), per celebrare anche il decimo anniversario della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, approvata proprio il 13 dicembre 2006 dall’Assemblea delle Nazioni Unite. In tale àmbito sono previsti tra gli altri gli interventi (in video) di Yannis Vardakastanis, presidente del Forum Europeo della Disabilità e dei presidenti di FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) e FAND (Federazione tra le Associazioni Nazionali delle Persone con Disabilità), Vincenzo Falabella e Franco Bettoni.

«Successivamente – spiega Silvia Stefanovichj, responsabile delle Politiche per la Disabilità della CISL – è in programma il workshop La sfida della disabilità, gravi patologie e non autosufficienze nei luoghi di lavoro, che metterà a confronto una serie di casi aziendali e contrattuali, con particolare attenzione all’inclusione di lavoratori e lavoratrici con disabilità, oltreché caregiver informali di parenti non autosufficienti».

Da ultima, ma non certo ultima, la conclusione del 9° Premio Flavio Cocanari, intitolato a chi, persona con disabilità scomparsa nel 2004, fu per anni responsabile nella CISL del Dipartimento Handicap, caratterizzandosi come uno tra i più valenti studiosi del nostro Paese, sulle tematiche riguardanti la disabilità. «Fu il primo dirigente sindacale in Europa – ricorda Stefanovichj – ad avere la delega sulle disabilità, in favore della piena inclusione socio-lavorativa».
Succedendo, tra gli altri, ad organizzazioni come la Fondazione ASPHI (già “Avviamento e Sviluppo di Progetti per ridurre l’Handicap mediante l’Informatica”, oggi “Information & Communication Technology per migliorare la qualità di vita delle Persone con disabilità”), la Lega del Filo d’Oro, il Centro Polifunzionale Don Calabria di Verona, l’UICI di Cuneo e l’AIPD (Associazione Italiana Persone Down), ad ottenere quest’anno il riconoscimento sarà l’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), rappresentata dalla presidente nazionale Angela Martino, che verrà premiata da Annamaria Furlan, segretario generale della CISL.
Per l’occasione è in programma anche un incontro con i rappresentanti delle organizzazioni già premiate negli anni scorsi.

Da segnalare infine che nel pomeriggio (ore 15.30) la medesima sede dell’evento ospiterà anche la presentazione del libro di Concetta Vaccaro e Stefania Ridolfo Teorie scientifiche per l’inclusione socio-lavorativa dei soggetti portatori di disabilità psico-sociale (Maggioli Editore), curato da Roberto Ortoleva, del quale discuteranno – alla presenza di Autori e Curatore – la citata Silvia Stefanovichj, Amedeo Spagnolo dell’ISFOL (Istituto per lo Sviluppo della Formazione Professionale dei Lavoratori), Gabriele Gamberi della Fondazione ASPHI, Mario Conclave dell’Associazione Amici di Flavio Cocanari, Augusto Battaglia della Comunità Capodarco di Roma e Fausto Giancaterina dell’Istituto Don Calabria di Roma. (S.B.)

È disponibile il programma completo dell’evento. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: silvia.stefanovichj@cisl.it.

Stampa questo articolo