Mi chiamo Alessia e lavoro come artigiana

«Ciao, sono Alessia, ho la sindrome di Down e grazie alla mia fantastica famiglia, sono riuscita a realizzare il mio grande sogno, cioè quello di avere un bellissimo lavoro, tutto mio, nel quale mi occupo della progettazione e della creazione di varia oggettistica»: si presenta così, Alessia Mancosu, giovane donna sarda con la sindrome di Down, che lavora come artigiana, esponendo e vendendo da circa sei anni le sue creazioni sulle navi da crociera e nelle più importanti feste di paese

Alessia Mancosu all'opera nel suo laboratorio

Alessia Mancosu all’opera nel suo laboratorio

«Ciao, sono Alessia, sono nata il 29/04/1991 ed ho la sindrome di Down… Tranquilli, malgrado tutto, non mi sono scoraggiata e grazie alla mia fantastica famiglia, sono riuscita a realizzare il mio grande sogno, cioè quello di avere un bellissimo lavoro, tutto mio, nel quale mi occupo della progettazione e della creazione di varia oggettistica. Per tutte le mie creazioni, interamente realizzate a mano, utilizzo sia la tecnica della vetrofusione che quella della ceramica. Fra le mie creazioni potrai trovare: piccoli gioielli, complementi d’arredo e riproduzioni di manufatti archeologici…».
Si presenta così, nel suo sito, Alessia Mancosu, giovane donna sarda con la sindrome di Down, che opera come artigiana nel suo laboratorio “Bollicine Ale Art Glass”, esponendo e vendendo da circa sei anni le sue creazioni sulle navi da crociera e nelle più importanti feste di paese.
Proprio in questi giorni Alessia – cui auguriamo buon lavoro e naturalmente Buone Feste – è impegnata nel mercatino di Natale allestito al centro di Oristano. (S.B.)

Ringraziamo per la segnalazione l’AIPD Nazionale (Associazione Italiana Persone Down).

Stampa questo articolo