Car sharing accessibile a Palermo

Moderno strumento di mobilità sostenibile, attivo a Palermo già da alcuni anni, il car sharing (letteralmente “auto condivisa”) è un servizio che permette di utilizzare un’autovettura su prenotazione, prelevandola e riportandola in un determinato parcheggio e pagando in ragione dell’utilizzo fatto. Dal 15 gennaio, nel capoluogo siciliano, il car sharing diventerà anche un servizio accessibile alle persone con disabilità motoria

Presentazione car sharing a Palermo, gennaio 2017

La presentazione a Palermo di uno dei veicoli destinati al car sharing accessibile, alla presenza del sindaco della città Leoluca Orlando

Servizio che permette di utilizzare un’auto su prenotazione, prelevandola e riportandola in un determinato parcheggio e pagando in ragione dell’utilizzo fatto, il car sharing (letteralmente “auto condivisa”) è un moderno strumento di mobilità sostenibile, attivo a Palermo già da alcuni anni.
Dal 15 gennaio diventerà anche un servizio accessibile alle persone con disabilità, per volontà dell’Amministrazione Comunale e dell’AMAT, l’azienda di trasporto pubblico del capoluogo siciliano, che si sono avvalse della collaborazione dell’INAIL Sicilia.
Presentata in questi giorni, l’iniziativa prevede l’utilizzo da parte dell’AMAT, che gestisce il servizio, di quattro vetture predisposte per i comandi speciali non permanenti per i fruitori con disabilità agli arti inferiori, alle cui spese di installazione provvederà l’INAIL. Il primo veicolo sarà disponibile, come detto, dal 15 gennaio in Piazza Castelnuovo, mentre gli altri tre entreranno in funzione dal 1° febbraio. Cinque, infine, saranno i parcheggi car sharing per persone con disabilità. (S.G.)

Ringraziamo per la segnalazione la CPD di Torino (Consulta per le Persone in Difficoltà).

Stampa questo articolo