I progetti passati e futuri della Fondazione Italiana per l’Autismo

Nel corso di una conferenza stampa in programma per la mattinata di oggi, 15 febbraio, a Roma, la FIA (Fondazione Italiana per l’Autismo) – nata nel 2015 per promuovere, sostenere e potenziare le attività di ricerca, istruzione, formazione, riabilitazione e cura, nell’àmbito delle disabilità e in particolare dei disturbi dello spettro autistico – darà visibilità ad alcuni progetti finanziati dall’Istituto Superiore di Sanità, oltreché a una serie di iniziative future, che saranno oggetto della prossima raccolta fondi, prevista in occasione della “Settimana blu per l’autismo” (27 marzo-3 aprile)

Bimbo con autismo al centro di una realizzazione grafica

Un bimbo con autismo

Nella mattinata di oggi, 15 febbraio, a Roma, presso l’Auditorium del Ministero della Salute (Lungotevere Ripa, 1), è in programma la conferenza stampa della FIA (Fondazione Italiana per l’Autismo), l’organismo nato nel 2015 per promuovere, sostenere e potenziare le attività di ricerca, istruzione, formazione, riabilitazione e cura, nell’àmbito delle disabilità e in particolare dei disturbi dello spettro autistico (se ne legga approfonditamente nel box in calce).

L’occasione sarà utile per dare visibilità ad alcuni progetti finanziati dall’Istituto Superiore di Sanità, nonché per presentare una serie di progetti futuri, che saranno oggetto della prossima raccolta fondi, prevista in occasione della Settimana blu per l’autismo, in programma dal 27 marzo al 3 aprile prossimi.
Per tali progetti, va segnalato tra l’altro, la FIA ha emesso un bando la cui graduatoria è disponibile nel sito della Fondazione.

Prenderanno parte alla conferenza stampa Davide Faraone, presidente della FIA, Franco Nardocci, coordinatore del Comitato Scientifico FIA e Walter Ricciardi, presidente dell’Istituto Superiore di Sanità. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: fiafondazioneautismo@gmail.com.

La FIA (Fondazione Italiana per l’Autismo)
La FIA (Fondazione Italiana per l’Autismo) è un’organizzazione senza scopi di lucro nata nel 2015, per promuovere, sostenere e potenziare le attività di ricerca, istruzione, formazione, riabilitazione e cura, nell’àmbito delle disabilità e in particolare dei disturbi dello spettro autistico. Tra le sue finalità vi sono la promozione e il sostegno delle:
° attività di ricerca: attraverso il sostegno a fondazioni, enti, istituti di ricerca e università che operano al fine di incrementare la ricerca scientifica a favore delle persone con autismo, sia in età evolutiva che in età adulta;
° attività di cura, abilitazione e sostegno: attraverso il sostegno, la promozione e/o l’attivazione di appositi centri ambulatoriali, diurni o residenziali dedicati all’autismo nei quali gli interventi e i trattamenti siano quelli basati sull’evidenza, così come indicato dalla Linea Guida n. 21 dell’Istituto Superiore di Sanità;
° attività di ricerca per la didattica speciale e la scuola inclusiva: sostenendo, promuovendo o attivando sia centri-studi per la didattica speciale e l’inclusione scolastica, sia percorsi formativi per gli insegnanti curriculari e di sostegno, finalizzati all’acquisizione della più moderna ed efficace didattica per il supporto delle persone con autismo nella scuola e per la piena inclusione scolastica;
° attività a favore delle famiglie: sostenendo, promuovendo o attivando percorsi efficaci di affiancamento, sostegno genitoriale, parent training e/o occasioni e servizi di sollievo familiare.
La Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo del 2 Aprile rappresenta un momento di grande importanza, per le attività della FIA, che lo assume quale veicolo di comunicazione per la diffusione della consapevolezza sull’autismo nella comunità nazionale. Per tale motivo, le attività di comunicazione della FlA sono orientate e finalizzate a far convergere il massimo dell’attenzione nella settimana in cui si colloca temporalmente la Giornata del 2 Aprile.
Tra i soci fondatori della FIA vi sono: l’ANGSA (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici); la FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), cui la stessa ANGSA aderisce; la FAND (Federazione tra le Associazioni Nazionali di Persone con Disabilità); l’ANMIC (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili), aderente alla FAND; la SlNPIA (Società Italiana di Neuropsichiatria Infantile e dell’Adolescenza); la SIPED (Società Italiana di Pedagogia); la Fondazione lstituto Ospedaliero Sospiro di Cremona; l’APRI (Associazione per la Ricerca Italiana sulla Sindrome di Down, l’Autismo e il Danno Cerebrale); la Fondazione Radio Magica; la Fondazione Marino per l’Autismo; la Scuola Istituto Cottolengo di Torino.

Stampa questo articolo