“Il Pianeta Dravet”: un progetto per l’inclusione scolastica

Impegnata già da tempo nel panorama dell’informazione, della promozione della ricerca scientifica, della cura e del sostegno delle persone con sindrome di Dravet – grave e rara forma di epilessia farmacoresistente associata a disturbi dello sviluppo neurologico – l’Associazione Gruppo Famiglie Dravet ha avviato dall’inizio di quest’anno “Il Pianeta Dravet”, progetto gratuito, indirizzato agli insegnanti e agli alunni delle scuole di ogni ordine e grado, allo scopo di favorire l’inclusione scolastica dei ragazzi con Dravet

Immagine simbolo del Progetto "Il Pianeta Dravet"

Immagine simbolo del Progetto “Il Pianeta Dravet”

Impegnata già da alcuni anni nel panorama dell’informazione, della promozione della ricerca scientifica, della cura e del sostegno delle persone con sindrome di Dravet – grave e rara forma di epilessia farmacoresistente associata a disturbi dello sviluppo neurologico – l’Associazione Gruppo Famiglie Dravet ha avviato dall’inizio di quest’anno Il Pianeta Dravet, progetto indirizzato a favorire l’inclusione scolastica degli alunni con Dravet.
Destinata agli insegnanti e agli alunni delle scuole di ogni ordine e grado, l’iniziativa – completamente gratuita per le scuole – si sviluppa in due fasi, la prima delle quali di formazione per gli insegnanti, anche in relazione all’assistenza in caso di crisi epilettiche, e la seconda, con il coinvolgimento di tutti gli alunni, di svolgimento in classe di attività e laboratori esperienziali ideati da un’équipe multidisciplinare di specialisti. Veicolo formativo e informativo, nonché supporto di base per tutte le attività, è un cartone animato tratto dall’omonimo racconto di Daniela Larentis, da cui trae spunto l’idea progettuale.

«Il Pianeta Dravet – spiegano dall’Associazione promotrice – si basa su una “cultura del positivo”, che faccia dell’educazione socio-affettiva, dell’educazione all’empatia e alla cura dell’altro la pietra angolare per un vero e proprio cambiamento; un’ottica di pensiero che parta dalla prospettiva di annullare ogni distinzione e di includere le caratteristiche di ognuno in un disegno collettivo, dimostrando che le differenze, ritenute erroneamente un limite e un difetto, possono essere e vanno concepite come un arricchimento. In sintesi, con questo progetto intendiamo promuovere la diffusione di una cultura positiva del rispetto della diversità, basata sulla conoscenza di tale realtà e sul superamento degli stereotipi e dei pregiudizi ad essa relativi». (S.B.)

Tutti gli approfondimenti (e i materiali) del Progetto Il Pianeta Dravet sono disponibili in una pagina dedicata, nel sito dell’Associazione Gruppo Famiglie Dravet. Per ulteriori informazioni: gruppofamiglie@sindromedidravet.org.

Stampa questo articolo