L’inderogabile necessità di rimettere al centro la Sanità Pubblica

«In un anno che si presenta pieno di incognite per la Sanità (dalla durata della Legislatura alla scadenza del Patto per la Salute 2014-2016, dal rinnovo di contratti e convenzioni alla possibilità di applicare i nuovi LEA), abbiamo deciso di ospitare un confronto tra politica, management, professionisti sanitari, pazienti e cittadini, in cui parlare del contributo richiesto a tutti per la sopravvivenza di questa irrinunciabile conquista sociale»: così la Fondazione GIMBE presenta l’appuntamento principale della propria dodicesima Conferenza Nazionale di domani, 3 marzo, a Bologna

Salvagente con la scritta "Salviamo il nostro SSN"

Realizzazione grafica curata dalla Fondazione GIMBE

«Il 2017 si annuncia come un anno pieno di incognite per la Sanità: dalla durata della Legislatura alla scadenza del Patto per la Salute 2014-2016, dal rinnovo di contratti e convenzioni alla possibilità di applicare i nuovi LEA (Livelli Essenziali di Assistenza) con le risorse disponibili. Ecco perché, a quattro anni dal lancio della campagna Salviamo il nostro Servizio Sanitario Nazionale (SSN), la nostra Conferenza di Bologna ospiterà un propositivo confronto tra politica, management, professionisti sanitari, pazienti e cittadini sulle misure già avviate dalle Istituzioni a tutela della Sanità Pubblica e sul contributo richiesto a tutti gli attori del sistema per la sopravvivenza di questa irrinunciabile conquista sociale».
Così la Fondazione GIMBE l’organizzazione costituita dall’Associazione Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze, che come detto, ha anche lanciato nel 2013 la campagna denominata Salviamo il nostro Servizio Sanitario Nazionale (SSN) – presenta la propria 12^ Conferenza Nazionale di domani, 3 marzo, a Bologna (Royal Hotel Carlton), la cui sessione intitolata Sostenibilità del Servizio Sanitario Nazionale sarà aperta dal presidente della stessa GIMBE Nino Cartabellotta, che puntando in particolare l’attenzione sull’inderogabile necessità di rimettere al centro dell’agenda politica la Sanità Pubblica, darà il via a un dibattito tra gli esponenti delle principali forze politiche impegnati in Sanità, cui parteciperanno i senatori Emilia Grazia De Biasi, Laura Bianconi, Luigi D’Ambrosio Lettieri e Maria Rizzotti (rispettivamente presidente e componenti della XII Commissione Igiene e Sanità di Palazzo Madama), insieme ai deputati Mario Marazziti, Giulia Grillo, Donata Lenzi e Giovanni Monchiero (rispettivamente presidente e componenti della XII Commissione Affari Sociali della Camera).

A seguire, dopo la presentazione dei risultati di uno studio promosso da GIMBE, per valutare la qualità metodologica e la gestione dei conflitti di interesse delle Linee Guida prodotte dalle Società Scientifiche Italiane, la parola passerà ai protagonisti istituzionali del futuro nazionale delle Linee Guida per la Pratica Clinica, con il deputato Federico Gelli, relatore del Disegno di Legge sulla responsabilità professionale sanitaria (divenuto Legge proprio in questi giorni), Walter Ricciardi, presidente dell’ISS (Istituto Superiore di Sanità) e Franco Vimercati, presidente della Federazione delle Società Medico Scientifiche Italiane.

Nemmeno quest’anno, poi, mancheranno gli appuntamenti con il Laboratorio Italia, dedicato ai progetti di eccellenza realizzati dalle organizzazioni sanitarie italiane, e con la sessione GIMBE4young, vetrina delle numerose opportunità che GIMBE offre ai professionisti sanitari del futuro.
Da segnalare infine che nel corso dell’evento verrà consegnato il Premio Salviamo il Nostro SSN al noto giornalista e divulgatore televisivo Piero Angela, per il suo continuo impegno nel diffondere un’informazione scientifica chiara e basata sulle migliori evidenze scientifiche e il Premio Evidence ad Aldo Pietro Maggioni, per la sua prestigiosa carriera di ricercatore nell’ambito delle malattie cardiovascolari. (S.B.)

La Conferenza di Bologna potrà anche essere seguita in streaming nella pagina Facebook della Fondazione GIMBE. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: ufficio.stampa@gimbe.org (Roberto Luceri).

Stampa questo articolo