I professionisti incontrano i genitori di bambini con disabilità uditiva

Prenderà il via il 4 marzo a Sesto Fiorentino “FacciaAfaccia”, ciclo di tre incontri dedicato a un confronto tra genitori da una parte, psicologi, logopedisti, audiometristi e audioprotesisti dall’altra, organizzato da IOPARLO, Associazione toscana costituita da genitori di bambini con problemi uditivi e da persone sorde adulte. Si tratterà di tre occasioni volute con l’obiettivo di creare un momento di confronto e di scambio non formale tra genitori e professionisti del settore, per supportare e indirizzare le famiglie nel delicato momento della diagnosi e del percorso riabilitativo

Particolare di donna vicina all'orecchio di un bimboSi chiamerà FacciaAfaccia, ovvero I professionisti incontrano i genitori di bambini con disabilità uditiva, il ciclo di tre incontri dedicato a un confronto tra genitori da una parte, psicologi, logopedisti, audiometristi e audioprotesisti dall’altra, il tutto organizzato da IOPARLO, Associazione toscana costituita da genitori di bambini con problemi uditivi e da persone sorde adulte.

«Si tratterà di tre occasioni – spiegano da IOPARLO – volute con l’obiettivo di creare un momento di confronto e di scambio non formale tra genitori e professionisti del settore, che possano supportare e indirizzare le famiglie nel delicato momento della diagnosi e del percorso riabilitativo. Non saranno infatti lezioni frontali, ma iniziative di comunicazione di tipo partecipativo, volte appunto a rendere i genitori consapevoli e protagonisti del processo riabilitativo dei propri figli. In poche parole, una libera comunicazione “faccia a faccia” con gli specialisti».

L’appuntamento, dunque, è a Sesto Fiorentino (presso Il Melograno, Via fratelli Bandiera, 6), per le mattinate di sabato 4 marzo (tema: Il supporto psicologico, con Martina Cantini), sabato 1° aprile (L’intervento logopedico, con Irene Crociani e Cecilia Meriggi) e sabato 6 maggio (L’audiometrista e l’audioprotesista, con Costanza Fratini e Barbara Sacco).(S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@ioparlo.org.

Stampa questo articolo