L’Italia Rugby Sordi si racconta

Fondata ufficialmente nel 2015, dopo un percorso iniziato già quattro anni prima per volontà di Loris Landi, l’Associazione Sportiva Italia Rugby Sordi, che si radunerà nei prossimi giorni a Siena, sarà presente anche – sempre nella città toscana – a una tavola rotonda dedicata al tema “Sport e inclusione”, promossa dalla locale Associazione MPDF (Mason Perkins Deafness Fund)

Italia Rugby Sordi

La squadra dell’Italia Rugby Sordi

L’Associazione Sportiva Italia Rugby Sordi, che si radunerà nei prossimi giorni a Siena, sarà presente anche, sempre nella città toscana, a una tavola rotonda dedicata al tema Sport e inclusione, promossa dalla locale Associazione MPDF (Mason Perkins Deafness Fund).
L’incontro è in programma per sabato 11 marzo (sede di MPDF, Via Tommaso Pendola, 37, ore 19-20.15) e sarà moderato da Alan Convito, vicepresidente di Italia Rugby Sordi, e vi parteciperanno Mauro Chilante, allenatore della squadra e docente di LIS (Lingua Italiana dei Segni) presso l’Università di Teramo, Loris Landi, capitano del team e Nickolas Rivolta, uno dei giocatori.
Tutti insieme ripercorreranno la storia di un’Associazione fondata ufficialmente nel 2015, dopo un percorso iniziato già quattro anni prima proprio per volontà di Loris Landi.
Quest’ultimo, infatti, aveva scoperto che in Europa e in varie altre parti del mondo esistevano già Nazionali di Rugby riconosciute dal Paese di appartenenza e riservate a giocatori con deficit uditivo e desiderava costituirne una in Italia. Con caparbietà e impegno, nonostante le difficoltà incontrate, il suo desiderio si è tramutato in realtà e dal 2013 al 2015 vari atleti sordi, alcuni anche alle prime esperienze, si sono uniti alla squadra, e insieme hanno imposto la propria presenza nella realtà rugbistica italiana, scontrandosi con squadre di udenti già affermate e acquisendo sempre più consensi e popolarità soprattutto nella cultura e nel mondo dei sordi.
«Una bella avventura – viene sottolineato da MPDF ONLUS – che prosegue e dimostra come lo sport possa essere un mezzo quanto mai efficace per abbattere le barriere». (S.B.)

All’incontro di Siena (ingresso libero) sarà presente al completo la squadra dell’Italia Rugby Sordi. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: press@mpdfonlus.com (Luisa Carretti).

Stampa questo articolo