Disabilità e Sanità nello scenario delle politiche europee 2020

Si chiama così il convegno in programma per domani, 24 marzo, a Palermo, che prevede tra l’altro un focus sulla tecnologia a favore della salute per le disabilità uditive e un ampio spazio riguardante i nuovi metodi di comunicazione a tutela giuridico sanitaria del malato e del medico. In particolare, verrà presentato il servizio di videocomunicazione E-lisir (Evoluzione Lingua dei Segni Italiana con Interprete in Rete)

Persona con disabilità uditiva che usa il Servizio di Videocomunicazione E-lisir

Persona con disabilità uditiva che usa il Servizio di Videocomunicazione E-lisir

È in programma per domani, venerdì 24 marzo, presso il Policlinico dell’Università di Palermo (ore 9.30), il convegno intitolato Disabilità e Sanità nello scenario delle politiche europee 2020, organizzato dall’Associazione Culturale Suggestioni Mediterranee, con il patrocinio dell’Assessorato alla Salute della Regione Sicilia, della Presidenza della Regione Siciliana, dell’Università di Palermo (Rettorato e Dipartimento di Bio Medicina) e della Fondazione Caponnetto.

Alla luce degli auspici espressi dall’Unione Europea per la più ampia diffusione possibile delle nuove tecnologie in favore della disabilità, ai fini della piena inclusione, l’incontro prevede tra l’altro un focus sulla tecnologia a favore della salute per le disabilità uditive e un ampio spazio riguardante i nuovi metodi di comunicazione a tutela giuridico sanitaria del malato e del medico.
In particolare, verrà presentato il servizio di videocomunicazione E-lisir (Evoluzione Lingua dei Segni Italiana con Interprete in Rete), basato su un’applicazione per dispositivi mobili (App) e voluto, come hanno spiegato a suo tempo i promotori su queste stesse pagine, «per consente ai cittadini, in autonomia, l’accesso ai beni e ai servizi in una “città sensibile”, capace cioè di ascoltare, raccogliere informazioni e attuare modelli di inclusione sociale senza barriere di alcun tipo».
Il sistema, infatti, permette di comunicare senza barriere, con un videocollegamento a un videocenter di interpreti in Lingua dei Segni, che traducono simultaneamente alla persona sorda e a quella udente la conversazione in corso, garantendo piena comprensione reciproca.
Distribuito dalla Società Video Assistenza Mobile e progettato dall’Istituto Meschini di Roma, E-lisir è operativo in Italia sia a livello medico ospedaliero che privato. È inoltre in dotazione presso Comuni ed Enti Pubblici.

Introdotto da Caterina Conigliaro, vicepresidente dell’Associazione Suggestioni Mediterranee, il convegno di Palermo – dopo i saluti istituzionali di Fabrizio Micari, rettore dell’Università, Rosario Crocetta, presidente della Regione Sicilia, Baldo Gucciardi, assessore regionale alla Salute e, in videocollegamento, Ádám Kósa, europarlamentare e persona con disabilità uditiva – prevede gli interventi di Giuseppina Badalamenti della Fondazione Caponnetto (Settore Cultura), Giuseppe Di Chiara, ordinario di Diritto Processuale Penale al Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università di Palermo, Marta Meschini, amministratrice di Video Assistenza Mobile, Riccardo Speciale, ordinario di Otorinolaringoiatria al Dipartimento di Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche dell’Università di Palermo e Antonio Staiola, responsabile del Video Centro E-lisir. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Ufficio Stampa Video Assistenza Mobile (Carmela Cioffi), carmelacioffi@gmail.com.

Stampa questo articolo