Per un maggiore supporto alla prevenzione e alla riabilitazione della vista

C’è la convinzione di potere ulteriormente consolidare nell’opinione pubblica la cultura della riabilitazione e della prevenzione della vista, dietro al “Premio Società Mediterranea di Ortottica-IRIFOR AMGO”, cui potranno partecipare, fino al 31 marzo, tutti gli ortottisti – quei professionisti sanitari impegnati in campo oculistico, con particolare competenza nella prevenzione, nella valutazione e nella riabilitazione visiva e dei disturbi motori della visione – che desiderino appunto investire le proprie competenze nel settore della riabilitazione e della prevenzione della vista

Disegno che rappresenta la visita di un'ortottista (©SH - Association SPARADRAP)

“Visita dall’ortottista” (©SH – Association SPARADRAP)

Ci sono ancora una decina di giorni di tempo per tutti gli ortottisti – quei professionisti sanitari impegnati in campo oculistico, con particolare competenza nella prevenzione, nella valutazione e nella riabilitazione visiva e dei disturbi motori della visione – per presentare il proprio progetto e concorrere al Premio Società Mediterranea di Ortottica-IRIFOR “AMGO”, indirizzato appunto agli ortottisti che desiderino investire le proprie competenze nel settore della riabilitazione e della prevenzione della vista.

«L’obiettivo che la SMO (Società Mediterranea di Ortottica) si prefigge di raggiungere – spiega Gianluca Rapisarda, direttore scientifico dell’IRIFOR, l’Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) – è quello di implementare le attività di riabilitazione e prevenzione visiva, in sinergia con i servizi offerti dall’UICI, dall’IRIFOR o da Enti e Associazioni ad esse collegati. Il premio – consistente in due contributi in denaro da 1.000 euro ciascuno, per la metà a carico della SMO, per l’altra metà a carico dell’IRIFOR – è destinato a strutture dell’UICI, dell’IRIFOR o collaterali ed essi e dovrà essere utilizzato come compenso del lavoro svolto dall’ortottista».
«L’iniziativa – aggiunge Rapisarda – è stata fortemente voluta da Mario Barbuto e Massimo Vita, rispettivamente presidente e vicepresidente dell’IRIFOR Nazionale, con la convinzione di poter sedimentare ulteriormente nell’opinione pubblica la cultura della riabilitazione e della prevenzione della vista come un valore sociale e un “dovere” dell’umanità». (S.B.)

I progetti in gara per il Premio Società Mediterranea di Ortottica-IRIFOR “AMGO” dovranno essere presentati entro il 31 marzo da ortottisti in regola con l’Iscrizione alla SMO (all’indirizzo info@ortottica.org), allegando una dichiarazione di intenti della struttura UICI, IRIFOR o collaterale. In essi si dovrà indicare il percorso completo della persona che fruirà del servizio, riportando pure eventuali fonti di cofinanziamento. Dovrà altresì essere specificata l’area geografica di interesse, la stima dei potenziali fruitori del servizio e la motivazione che ha portato all’ideazione del progetto nell’area geografica di interesse. L’analisi di idoneità e conformità ai requisiti minimi di partecipazione, nonché la valutazione della bontà del progetto, saranno demandate a un Comitato nominato da SMO, UICI e IRIFOR. L’esito della votazione, infine, con la proclamazione del vincitore, verrà comunicata attraverso il portale della SMO, entro trenta giorni dalla scadenza dei termini di presentazione.
Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Gianluca Rapisarda (direttorescientifico@irifor.eu).

Stampa questo articolo