Vent’anni di impegno per un’effettiva inclusione sociale

Sabato 1° aprile il Centro per l’Autonomia di Roma festeggerà il proprio ventennale, ripercorrendo le tappe principali di una storia iniziata nel 1997, con l’ambizione di essere motore di una nuova cultura della disabilità e della riabilitazione. Sono stati vent’anni di impegno, per il Centro romano, volti a realizzare un modello di abilitazione e riabilitazione innovativo, indirizzato al rafforzamento delle capacità individuali, al raggiungimento di una vita autonoma e autodeterminata e quindi a favorire un’effettiva inclusione sociale

Giovane in carrozzina spinto in salita da un assistente«Festeggeremo insieme alle tante persone che in questi vent’anni hanno conosciuto e contribuito al successo del nostro Centro per l’Autonomia, ripercorrendo insieme le tappe fondamentali della nostra storia, iniziata nel 1997, con l’ambizione di essere motore di una nuova cultura della disabilità e della riabilitazione».
Così Pietro Barbieri, presidente della Società Cooperativa Sociale Centro per l’Autonomia Michele Iacontino di Roma, presenta la celebrazione dei primi vent’anni di attività di tale struttura, in programma presso la propria sede (Via Giuseppe Cerbara, 20, ore 10-14), per sabato 1° aprile.

«Nel corso di questi vent’anni – sottolinea ancora Barbieri – il Centro ha costruito e consolidato il proprio know-how, sviluppando e attuando un modello di abilitazione e riabilitazione innovativo, oggi ufficialmente riconosciuto nell’àmbito dei servizi alla persona. Si tratta di un modello indirizzato al rafforzamento delle capacità individuali, al raggiungimento di una vita autonoma e autodeterminata e quindi volto a favorire un’effettiva inclusione sociale». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@centroperlautonomia.it.

Stampa questo articolo